Sicurezza stradale: sempre più reale il trasporto intelligente che connette i veicoli tra loro


L’interconnettività tra diversi tipi di dispositivi è un argomento che, grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie come il 5G sta vedendo in questo periodo un grande sviluppo all’interno di contesti diversi che spaziano dagli ambienti domestici, a quelli riguardanti l’intrattenimento e che coinvolgono anche l’ambito della sicurezza.

In particolar modo, Vodafone, Huawei e Jaguar Land Rover hanno messo a punto una dimostrazione riguardante la sicurezza stradale, il cui uso effettivo e i vantaggi derivanti potrebbero non essere molto lontani.sicurezza

Durante il Global MBB Forum 2018, infatti, le tre aziende hanno utilizzato lo standard C-V2X, Cellular Vehicle-to-Everything, per connettere un’automobile ad un altro veicolo e ad un cellulare in una dimostrazione dal vivo.

La dimostrazione, la prima di tale genere avvenuta in Europa, ha mostrato la capacità dello standard C-V2X di poter mantenere delle comunicazioni simultanee, a corto raggio e in tempo reale su una rete mobile. Per questa dimostrazione tenutasi a Londra sono stati utilizzati i veicoli Jaguar F-PACE e Land Rover Discovery forniti di unità C-V2X e dotati di un chipset Huawei, per il supporto delle comunicazioni a corto e a lungo raggio. Le automobili sono poi state collegate tra loro grazie alla connessione mobile di Vodafone UK. Luke Ibbetson, Responsabile Ricerca e Sviluppo del Gruppo Vodafone, a seguito della dimostrazione ha dichiarato:

Abbiamo iniziato a sviluppare il C-V2X nel 2015 con la convinzione che l’ubiquità delle reti mobili avrà un ruolo importante nel collegamento di veicoli, utenti della strada e infrastrutture al fine di creare un cambiamento radicale nella sicurezza stradale e mobilità connessa. Questa dimostrazione dal vivo mostra che la tecnologia ha raggiunto una fase matura ed è pronta per l’implementazione. Questa è un’ottima notizia per tutti gli utenti della strada. “

Sono in tutto quattro i possibili contesti di utilizzo previsti per l’uso dello standard C-V2X nell’ambito della sicurezza stradale, ovvero le segnalazioni di incidenti, la ricezione di avvisi nel momento in cui un veicolo sta cambiando corsia o sta per compiere un sorpasso in un punto cieco rischioso, la ricezione di una segnalazione nel momento in cui l’automobile che precede effettua una frenata di emergenza o è vittima di un guasto, infine l’invio di un avviso relativamente al cambiamento del limite di velocità su una strada.sicurezza

   

Colin Lee, Manager del Gruppo V2X, Jaguar Land Rover, riguardo ai risultati ottenuti ha affermato:

“Aumentare la visuale di un veicolo consentendogli di parlare con altri veicoli, pedoni e l’ambiente circostante significa che possiamo contribuire drasticamente a migliorare la sicurezza stradale per tutti gli utenti della strada. Prima potremo portare i veicoli connessi ai nostri clienti, prima potremo rendere più sicure e le strade senza traffico. È fantastico collaborare con Vodafone e Huawei, consentendoci di condividere la nostra esperienza e di portare avanti lo sviluppo del Veicolo in Tutto “.

Il settore della sicurezza stradale è uno di quelli che, tra tutti, è in grado di attrarre grande interesse a causa dello spropositato numero di morti sulla strada, che ha registrato in europa un totale di ventiseimila vittime nell’anno 2016, cifra simile all’anno precedente, il 2015.

Tali numeri, seppur in calo rispetto a quelli registrati nel 2006, risultano ancora elevati e dunque la tecnologia automobilistica di tipo connesso, che ha le possibilità per diminuirle, sta lavorando in tal senso. Grazie allo sviluppo e all’implementazione di queste tecnologie quindi ci si potrà avvicinare sempre più ad un innovativo sistema di trasporto intelligente e cooperativo.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.