In arrivo una piattaforma per i NEET con #TIPOHack, il primo hackathon italiano ad essi dedicato


Il primo hackathon italiano, #TIPOHack, interamente dedicato ai Not (engaged) in education, employment or training ovvero i giovani NEET, ragazzi tra i diciotto e i ventinove anni che non studiano e non lavorano, si sta svolgendo nella giornata di oggi 18 Ottobre 2018 a Roma, presso il Tempio di Adriano.

L’evento ha avuto luogo grazie all’organizzazione dell’Associazione InnovaFiducia, insieme al contributo dato dalla Fondazione Tim, da InfoCamere e grazie all’apporto della Camera di Commercio di Roma.#Tipohack

Tim ne ha dato l’annuncio per mezzo di un comunicato stampa ufficiale, spiegando come #TIPOHack, l’evento in oggetto, sia stato realizzato a partire da un’originaria selezione avvenuta online, dopo la quale un totale di ottanta giovani, tra ragazzi e ragazze, sotto i ventinove anni di età, hanno iniziato a lavorare suddivisi in squadre.

Il loro scopo è quello di trovare la soluzione ottimale per la creazione di TIPO, una piattaforma e una community di riferimento e di collegamento per i giovani, che ha preso tale nome, dall’interlocuzione spesso utilizzata nel linguaggio giovanile. I partecipanti hanno dovuto affrontare quindi le necessità che la piattaforma dovrebbe soddisfare, tra cui l’educazione, la formazione e le competenze utili per ottimizzare la ricerca del lavoro. Le proposte che sono emerse si sono poi incanalate principalmente verso tre canali, il primo relativo all’architettura della piattaforma, il secondo riguardante i contenuti che questa dovrebbe accogliere ed infine il terzo basato sul modo in cui dovrebbe essere motivato l’engagement dei fruitori.

A conclusione dell’evento, verranno assegnati dei riconoscimenti alle idee che saranno in grado di definire la piattaforma nel modo migliore.

   

Tra gli obiettivi del #TIPOHack vi è anche quello di agevolare, tramite questo nuovo spazio digitale, la costruzione di relazioni attraverso il confronto tra esperienze diverse, lo scambio di contenuti e la possibilità di acquisire strumenti sempre nuovi che permettono di osservare il mondo del lavoro da una prospettiva diversa, senza dimenticare le occasioni derivanti da progetti di auto-imprenditorialità.

Proprio il mondo delle imprese è quello che abbraccia al suo interno la presenza di circa quattrocentomila giovani al di sotto dei trentanni in posizioni di leadership. A dimostrarlo sono anche i dati provenienti da InfoCamere, aggiornati al 30 Giugno 2018, secondo cui 378.681 ragazzi, coetanei dei partecipanti all’hackathon, sono titolari di alcune cariche all’interno delle imprese italiane, numero equivalente al 4,1% di tutte le cariche ricopribili tra i sei milioni di imprese che sono iscritte alle Camere di commercio.#tipohack

Per fare in modo di coinvolgere i giovani NEET, #TIPOHack ha rivolto la sua campagna informativa nei confronti di numerosi centri di aggregazione giovanile, dalle università ai licei, con l’invito a coinvolgere anche i relativi amici nelle stesse condizioni. E’ stato così anche tratto un dato relativo al profilo medio di coloro che hanno deciso di prendere parte a #TIPOHack: 24 anni, maschio (70%), con competenze equamente distribuite tra formazione scientifica e umanistica.

La creazione della piattaforma rientra all’interno del progetto Net For Neet, grazie al quale l’associazione InnovaFiducia è risultata vincitrice di un bando della Fondazione Tim, al fine di far comprendere che i giovani non debbano essere considerati come il problema di una società che invecchia, ma la primaria risorsa di un paese che intende crescere.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.