DaznTim

Dazn si rivolge a Tim per migliorare il proprio streaming e per ampliare la propria offerta commerciale?

In seguito alla brutta esperienza legata a dei problemi di natura tecnica, riscontrata all’esordio da molti clienti, Dazn, la nuova emittente di streaming sportivo di proprietà del gruppo Perform, avrebbe deciso di rivolgersi al colosso Tim per migliorare la qualità del proprio servizio e non ritrovarsi a fare i conti con gli stessi problemi presentati in in occasione dell’anticipo serale Lazio-Napoli della prima giornata di campionato.

Lo scopo di Dazn sarebbe quindi quello di evitare che il big match serale di Sabato 25 Agosto 2018, Napoli-Milan, non sia la replica delle due partite Lazio-Napoli e Sassuolo-Inter trasmesse, in modo tutt’altro che fluido, la scorsa settimana.

TIM DAZN

Per chi non ne fosse a conoscenza, il debutto in Italia del nuovo servizio di streaming sportivo è stato poco felice a causa di alcuni problemi di natura tecnica. Parecchi utenti infatti, mediante i più celebri social, in occasione della trasmissione del match Lazio-Napoli, si sono fatti sentire lamentando un segnale a singhiozzo ed in alcuni casi quasi assente, che non ha permesso la normale visione del match clou della prima giornata.

Leggi anche: Tutto ciò che è necessario sapere su DAZN: costi, contenuti e primo mese gratuito.

I disservizi più lamentati sono stati quelli riguardanti le interruzioni continue ed improvvise, i ritardi nella connessione, la mancata disponibilità dell’app per alcuni dispositivi e il ritardo nella trasmissione in tempo reale della partita dovuto allo streaming rallentato.

A tal proposito il gruppo avrebbe deciso di correre ai ripari, rivolgendosi sin da subito a Tim. Come si legge sul quotidiano “Il Sole 24 Ore” infatti, in queste ore si starebbero tenendo degli incontri tra i vertici delle due aziende per trovare innanzitutto un accordo che possa far lievitare considerevolmente una qualità streaming che ad oggi ha lasciato a desiderare, e poi, in tempi non necessariamente immediati, un compromesso utile ad ampliare il pacchetto offerto da TimVision ai propri clienti con la fruizione di qualche partita di Serie A.

Nello specifico Dazn starebbe chiedendo a Tim la fornitura di particolari soluzioni infrastrutturali denominate Content delivery network (Cdn), cioè dei server che possano garantire una capacità aggiuntiva, cosi da affiancare ai provider di cui si avvale Dazn, la maggiore capillarità della rete di Tim.

Secondo il “Corriere della Sera” infine, tali supporti aggiuntivi dovrebbero essere installati in corrispondenza dei luoghi di vacanza attualmente affollati da tantissimi tifosi di Milan e Napoli, che non possono contare su un supporto strutturale adeguato rispetto alla domanda.

Si ricorda infine che proprio ieri, 21 Agosto 2018, MondoMobileWeb aveva trattato anche dell’esposto del Codacons all’antitrust nei confronti di DAZN e SKY per pratiche commerciali scorrette e pubblicità ingannevole. I problemi per la nuova piattaforma di streaming sportivo sembrano quindi non aver fine.

Leggi anche: Come vedere tutta la Serie A Tim in diretta streaming con DAZN e Now TV.

Leggi anche: TIM Party regala 2 mesi gratis di DAZN per vedere serie A e altri contenuti sportivi.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button