I gestori telefonici si adegueranno presto per la nuova aliquota IVA al 21%


Aggiornamento da parte di Vodafone a causa dell’aumento  di tutte le sue tariffe ed opzioni ricaricabili non più attivabili. Dal 16 settembre 2011 con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e’ entrato in vigore il decreto-legge del 13 agosto 2011 n.138, che prevede un aumento dell’aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21% in tanti settori, tra cui il mercato della telefonia. Vodafone ha comunicato ai suoi negozianti che nei prossimi giorni sarà comunicato la modalità dell’aumento all’IVA al 21% ai propri clienti.

TIM e WIND per adesso pagheranno loro stessi l’aumento dell’IVA. Poste Mobile e CoopVoce comunica che i clienti non subiranno nessuna modifica delle proprie offerte. H3G comunica l’aumento per gli abbonamenti, invece per le ricaricabili non ci sarà per adesso nessun cambiamento.

Le aliquote IVA relative a regimi fiscali diversi da quello ordinario non subiranno modifiche.

Vodafone comunica che l’aumento dell’IVA sarà comunicato nelle prossime settimane ai propri clienti ricaricabile ed abbonamento, effettuando una nuova rimodulazione delle proprie tariffe. Pensare 2 anni fa c’è stata la prima rimodulazione (per carità chiamiamola “semplificazione”) da parte di Vodafone dopo l’eliminazione del costo della ricarica del Decreto Bersani del Marzo 2007. In quel periodo la prima ad effettuare rimodulazione è stata Wind, poi a seguire H3G Italia, TIM e Vodafone.

Attualmente TIM comunica che pagherà a sue spese l’aumento dell’IVA per il momento. Non dimentichiamo che nel Marzo 2007 TIM aveva comunicato che non aumentava le tariffe, ma poi nel Settembre 2008 molte tariffe sono state aumentate di 3 centesimi al minuto.

   

A Luglio 2011 i costi di terminazione sono diminuiti, negli ultimi mesi abbiamo visto una diminuzione delle tariffe ed opzioni da parte di tutti i gestori. Vodafone è l’unico gestore che quest’estate non ha effettuato una promozione concorrenziare rispetto ad altri gestori mobili in Italia ed è la prima che comunica il suo aumento. Non riusciamo a comprendere perchè un aumento del 1% sia una scusa per rimodulare ed aumentare le proprie tariffe. Secondo me è anche sbagliata questa manovra che pesa soprattutto a tutti quei italiani che pagano giustamente le tasse e non riescono ad arrivare a fine mese. Speriamo che non esiste un “cartello” segreto con gli altri gestori, sicuramente anche gli altri gestori si adegueranno presto per la nuova aliquota al 21% previsto già da oggi nel mercato italiano.

Comunicato di Vodafone:

“In seguito all’entrata in vigore della Legge n. 148 del 14 settembre 2011, Vodafone informa che provvederà nei tempi tecnici necessari ad adeguare i piani, le opzioni e le promozioni alla nuova aliquota IVA che passa dal 20% al 21%. Le informazioni di dettaglio sull’adeguamento saranno progressivamente rese disponibili sul sito www.vodafone.it e attraverso i canali tradizionali di assistenza al Cliente.

Comunicato di TIM e Mtv Mobile:

Con l’approvazione della Manovra Finanziaria (legge di conversione del d.l. 138/2011), a partire dal 17 settembre 2011 l’aliquota ordinaria IVA viene innalzata dal 20 al 21%. TIM e Mtv Mobile informano che, fino a nuova comunicazione, si farà carico dell’incremento d’imposta lasciando invariati gli attuali prezzi che includono l’IVA del 20%.

Comunicato di WIND e A-Mobile:

Con l’approvazione della Manovra Finanziaria (legge di conversione del d.l. 138/2011), a partire dal 17 settembre 2011 l’aliquota ordinaria IVA viene innalzata dal 20 al 21%. WIND informa che lascia gli attuali prezzi invariati che includono l’IVA del 20%. Nei prossimi giorni comunicherà eventuali novità.

Comunicato di Poste Mobile:

In seguito all’entrata in vigore della Legge n. 148 del 14 settembre 2011 e del conseguente aumento, a partire dal 17 settembre 2011, dell’aliquota ordinaria IVA dal 20 al 21%, PosteMobile comunica ai propri clienti che i prezzi finali non subiscono variazioni.

Comunicato di CoopVoce:

In seguito all’entrata in vigore della Legge n. 148 del 14 settembre 2011 e del conseguente aumento, a partire dal 17 settembre 2011, dell’aliquota ordinaria IVA dal 20 al 21%, CoopVoce comunica ai propri clienti che i prezzi finali non subiscono variazioni.

Comunicato di H3G (3 Italia):

3 Italia informa la propria clientela che, con l’approvazione della Manovra Finanziaria (legge di conversione del d.l. 138/2011), a partire dal 17 settembre 2011 l’aliquota ordinaria IVA è stata innalzata dal 20% al 21%.Di conseguenza, nelle prossime settimane, si provvederà per i clienti in abbonamento ad adeguare la fatturazione dei servizi alla nuova aliquota IVA (21%). Si informa la clientela ricaricabile che 3 Italia, pur applicando la nuova aliquota IVA al 21% e fino a nuova comunicazione, si farà carico dell’incremento lasciando inalterati gli attuali addebiti al cliente.

Aggiornamento di questa pagina al 23 Novembre 2011

Comunicato di Vodafone:

In seguito all’entrata in vigore della Legge n. 148 del 14 settembre 2011, Vodafone informa che nel mese di novembre provvederà, come precedentemente comunicato, ad adeguare i piani, le opzioni e le promozioni alla nuova aliquota IVA che passa dal 20% al 21%.

Vodafone comunica che non saranno apportati, in nessun caso aumenti tariffari, al di fuori dell’adeguamento dell’IVA.

Ogni cliente può consultare le condizioni di dettaglio del suo piano tariffario, opzione o promozione per il traffico mobile visitando la sua AREA Fai Da Te o chiamando il 42070. I clienti Vodafone Casa possono consultare i dettagli del proprio piano tariffario visitando l’area Piani e tariffe Casa.

Le aree informative del sito e del 42070 verranno aggiornate parallelamente all’adeguamento dei piani/opzioni.

Aggiornamento di questa pagina al 1° Dicembre 2011

H3G comunica a tutti i suoi clienti senza informarli tramite sms come ha fatto Vodafone l’aumento di tutte le sue tariffe prepagata dell’iva dal 20% al 21%.

Aggiornamento di questa pagina al 12 Gennaio 2012

TIM informa che a partire dal 15 gennaio 2012 i prezzi delle offerte prepagate saranno adeguati, in ottemperanza a quanto stabilito dalla manovra finanziaria (legge di conversione del d.l. 138/2011), alla nuova aliquota ordinaria iva al 21%. Dal 16 gennaio 2012 per informazioni e dettagli sulla tua offerta puoi entrare nell’Area Clienti 119 Self Service del sito Tim.it o rivolgerti ai Punti di Vendita TIM .

Cosa ne pensate? Discuti sul nostro forum.mondomobile.org in collaborazione con Italia Forum

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus