Diritti TV Serie A assegnati a SKY e Perform, Mediaset rinuncia e Tim non presenta alcuna offerta


Dopo una giornata molto travagliata, i diritti televisivi della Serie A per il triennio 2018-2021 sono stati assegnati a Sky e Perform. Mediaset ha rinunciato nel corso delle trattative mentre  Tim, Italiaway e Mediapro non hanno presentato alcuna offerta.

Alla scadenza delle ore 11:00 di oggi, Mercoledì 13 Giugno 2018, il termine utile per la presentazione delle offerte per l’acquisizione dei pacchetti comprendenti i diritti TV per le stagioni 2018-2019, 2019-2020 e 2020-2021 del massimo campionato di calcio italiano, sono pervenute soltanto tre offerte, avanzate da Sky, Mediaset e Perform.

Sul tavolo della Lega di Serie A di via Rosellini quindi non sono arrivate le offerte degli operatori che avevano partecipato alle trattative private prima della stesura del bando. Ne gli spagnoli di Mediapro, ne Italiaway e sopratutto neanche la nota azienda telefonica Tim, che nelle ultime settimane aveva fatto trapelare – secondo il Televideo Rai – un possibile interesse allo scopo di arricchire la propria offerta di intrattenimento destinata ai clienti, si sono fatte avanti.

Le offerte registrate, però, non hanno raggiunto il minimo garantito di 1,1 miliardi di euro e, per questo motivo si è deciso di procedere all’ulteriore fase di rilancio, prevista dal bando, nel quale ognuno dei 3 player presentanti le offerte, aveva la possibilità di rilanciare.

   

Cosi all’assemblea, condotta dal presidente della Lega Calcio di Serie A, Gaetano Miccichè, a cui hanno partecipato tutte le delegazioni delle 17 squadre che giocheranno il torneo il prossimo anno, ad esclusione dei club retrocessi e neopromossi, sono stati venduti a Sky e Perform i diritti TV per il triennio sopra elencato, per una cifra superiore a 973 milioni di euro,  dopo che Mediaset ha abbandonato il tavolo.

A confermarlo sono state le parole a caldo di Enrico Preziosi, presidente de Genoa, che ha cosi commentato:

“I tre pacchetti sono stati assegnati a Sky e Perform. Mediaset non ha presentato nessuna offerta. Le offerte sono state migliori rispetto a quanto ci aspettavamo”.

I pacchetti in vendita erano tre: il primo comprendente 3 partite a giornata di campionato (alle 18:00 del Sabato ed alle 15:00 e 20:30 della Domenica), il secondo con 4 gare (15:00 del Sabato, 15:00 e 18:00 della Domenica e 21:00 del Lunedì) e l’ultimo con 3 match (20:30 del Sabato, 12:30 e 15:00 della Domenica). A Sky sono andati i primi due, mentre il terzo lo ha acquistato Perform.

Il totale dell’offerta dei due operatori ammonta a circa 973 milioni di euro annuali più bonus, di cui 780 milioni di Sky e 193 di Perform.

Gaetano Miccichè, si è detto soddisfatto della giornata e felice per il fatto che, alla fine si è arrivati alla vendita ad un cifra superiore del 20% rispetto all’ultima offerte di Gennaio 2018. Ha inoltre annunciato che si è trovato un accordo per evitare il naufragio della storica trasmissione Rai “90′ minuto“:

“Siamo riusciti a ottenere maggiore elasticità da parte dei soggetti aggiudicatari per le trasmissioni in chiaro”.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.