LexFoniaRimodulazioni TariffarieTim

TIM: diritto di recesso esteso al 24 Giugno 2018 dopo la rimodulazione dell’8.2%

In data 21 Marzo 2018, l’Antitrust ha comunicato agli operatori di sospendere l’intesa concernente la rimodulazione dopo il passaggio al rinnovo mensile. Il senso era quello di spingere gli operatori a definire i termini della propria offerta in maniera individuale.

Come abbiamo già osservato, Tim aveva inizialmente definito la propria offerta mantenendo invariata la spesa annuale e aumentando il costo di ciascun rinnovo dell’8,6%, incrementando anche il bundle di minuti, SMS e Giga in maniera proporzionale per garantire gli stessi contenuti annuali delle offerte. I destinatari di questa iniziativa sono stati tutti i clienti TIM mobile consumer con attiva almeno un’offerta con rinnovo a 7, 28 o 30 giorni.

A partire dall’8 Aprile 2018, Tim ha deciso di diminuire il costo mensile delle offerte mobili di 0,4%.

L’operatore sta inviando SMS informativi che riepilogano le caratteristiche della rimodulazione ed estendono il diritto di recesso. Il messaggio è il seguente: “Modifica condizioni contrattuali: gentile Cliente dall’8/4/2018 il costo mensile delle tue offerte si è ridotto dello 0,4% rispetto a quanto precedentemente comunicato, senza alcuna variazione dei contenuti. Entro il 24/06/2018 hai diritto di recedere o passare ad altro operatore senza penali nè costi di disattivazione.  Per info sul costo delle tue offerte e modalità di recesso vai su on.tim.it/info o chiama il 409168.”

Anche TIM ha esteso quindi il suo diritto di recesso, così come accaduto per Wind e per Tre negli scorsi giorni.

MondoMobileWeb ricorda che qualora il cliente non intendesse accettare le rimodulazioni, ai sensi dell’articolo 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, entro il 24 Giugno 2018 potrà recedere senza penali né costi di disattivazione, cessando la linea o passando ad altro operatore. Se il cliente ha, associato alla sua linea, un contratto per l’acquisto di un prodotto con pagamento rateizzato, occorrerà decidere se mantenere attiva la rateizzazione o pagare le rate in un’unica soluzione.

Per esercitare il diritto di recesso, si dovrà compilare direttamente on line il Modulo di richiesta cessazione ed autocertificazione di possesso linea. In alternativa, si potrà inviare il modulo tramite PEC all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it, allegando una copia della documentazione richiesta.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button