Il Ministro Carlo Calenda su TIM: importante che diventi una vera Public Company


L’assemblea di oggi, 4 Maggio 2018, volta a rinnovare il consiglio di amministrazione, ha visto trionfare il Fondo Elliott, che ha ottenuto il 49,84% dei voti, contro il 47.18% della lista di Vivendi.

Il Ministro uscente dello Ssviluppo Economico Carlo Calenda ha commentato su Twitter l’articolo del quotidiano Il Corriere Della Sera dal titolo “Tim, Elliott conquista il cda e il titolo scatta in Borsa”  auspicando la fine dei conflitti di interesse tra azionisti e la separazione della rete.

Nello specifico, il testo del tweet è il seguente:

   

“Performance di borsa a parte, importante che diventi una vera public company, che i conflitti di interesse con gli azionisti non la danneggino più e che si acceleri su separazione rete. Monitoreremo con attenzione.

La performance di borsa a cui si accenna ha visto il titolo spaziare da un calo dello 0.85 a un rialzo dell’1%, con una conseguente flessione dello 0.2%, prima di salire definitivamente all’1.72%. Vivendi invece è stabile sopra l’1% sulla Borsa di Parigi.

Il risultato raggiunto è la prova di come i piccoli azionisti siano stati attratti dal fondo americano, che nell’ultimo periodo si è espresso a favore dello scorporo della rete, del piano industriale concepito da Amos Genish e del mantenimento di quest’ultimo a ruolo di amministratore delegato.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.