LexFoniaRimodulazioni TariffarieVodafone

Vodafone conferma: nessuna modifica dei prezzi nel mobile e nel fisso con il ritorno alla fatturazione mensile

La delibera dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di mercoledì 21 Marzo 2018, che ha introdotto un provvedimento di sospensione cautelare con il quale far cessare gli effetti dell’intesa con cui TIM, Fastweb, Vodafone e Wind Tre avrebbero adottato le stesse misure con cui adeguarsi alla legge 172/2017, sembra che stia già producendo le sue conseguenze.

A doverne dare attuazione è per il momento Vodafone, che aveva previsto il ripristino del mese come periodo di cadenza del rinnovo delle proprie offerte ricaricabili per il 25 Marzo 2018. Se l’oggetto dell’intesa tra gli operatori era il criterio dell’invariabilità della spesa annuale e la conseguente modificazione del prezzo mensile del canone, l’AGCM ha richiesto la cessazione di quanto raggiunto illecitamente dagli operatori per ostacolare la concorrenza.

Vodafone ha infatti ufficializzato questa mattina l’assenza di aumenti di prezzo del canone mensile delle offerte di telefonia mobile e fissa. Ciò è quanto emerge sia contattando il 42590 e sia consultando la sezione “Vodafone Informa” del sito web voda.it/informa. Per le offerte ricaricabili mobili si comunica infatti che:

A partire dal 25 marzo 2018, i servizi e le eventuali promozioni attive sul tuo numero subiranno una modifica della periodicità dei rinnovi che diventeranno mensili anziché ogni 4 settimane. Il prezzo di ogni singolo rinnovo, il contenuto dei servizi e delle promozioni resterà invariato.

Lo stesso discorso varrà anche per l clienti di rete fissa e per i clienti in abbonamento, che si adatteranno alla fatturazione mensile a partire dal 5 aprile 2018, ultimo giorno utile per farlo secondo la legge:

A partire dalla prima fattura emessa dopo il 5 aprile 2018, per i clienti abbonamento di rete mobile e fissa, i servizi e le promozioni attive subiranno una modifica della periodicità dei rinnovi che diventeranno mensili anziché ogni 4 settimane e saranno fatturati su base bimestrale anziché ogni 8 settimane. Il prezzo di ogni singolo rinnovo, il contenuto dei servizi e delle promozioni resterà invariato.

Vodafone ha  da sempre deciso che le offerte Shake Remix, C’All Global, Vodafone Junior, Vodafone Easy Control non subiranno nessuna modifica del costo del rinnovo, garantendo un risparmio annuale del 8,6%.

Si tratta di un vero e proprio passo indietro che dovrebbero fare anche gli altri concorrenti, pena una diffida da parte dell’Autorità e quindi una nuova sanzione. I segnali che MondoMobileWeb aveva prontamente pubblicato nelle scorse ore possono consentire ai lettori clienti di Vodafone un sospiro di sollievo.

Eventuali nuovi aggiornamenti per gli altri operatori saranno quanto prima possibile comunicate.

Nessun nuovo aggiornamento sembra esserci in riferimento alla rimodulazione che Vodafone effettuerà tra Giugno e Luglio 2018 per le offerte con SIM dati, ricaricabili e in abbonamento, e per alcune offerte di rete fissa. L’aumento sarà compreso tra i 1,50 e i 2 euro a seconda del tipo di tariffa (per maggiori informazioni consulta questo link).

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button