Tech

BlackBerry fa causa a Facebook asserendo che sia stata effettuata una violazione di brevetti di messaggistica

Abbiamo appreso oggi, 7 marzo 2018, attraverso la piattaforma RaiNews, che l’azienda canadese BlackBerry ha fatto causa a Facebook, asserendo che sia stata effettuata, dal colosso fondato da Zuckerberg, una violazione di brevetti di messaggistica. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

BlackBerry ha agito nei confronti di Facebook e, dunque, anche degli affiliati WhatsApp e Instagram, sostenendo che il gigante dei social network avrebbe prodotto delle applicazioni di messaggistica utilizzando funzioni già brevettate. Tali brevetti, secondo BlackBerry, sarebbero, dunque già stati prodotti dall’azienda canadese, testimoniando la “violazione della proprietà intellettuale”, e si riferiscono a programmi in materia di sicurezza, di durata della batteria e dell’interfaccia utente.

WhatsApp chatting

BlackBerry ha deciso di procedere per vie legali, dopo svariati anni di dialogo con Facebook, che però, non hanno prodotto quanto auspicato dall’azienda. In tale contesto il colosso Facebook, infatti, non sembra essere preoccupato, anzi ha reputato la denuncia mossa da BlackBerry come un atto disperato posto in essere da un azienda ormai in declino. L’azienda guidava da Zuckerberg ha, inoltre, fatto sapere che è pronta a difendersi da tali accuse reputate ingiuste.

BlackBerry ha, infine, sottolineato che la procedura avviata non è finalizzata alla messa in atto di una guerra, bensì ha il senso di avere un ritorno monetario inerente ai propri brevetti e magari di avviare una partnership.

A tal fine il portavoce di BlackBerry ha asserito che:

In quanto leader nel mondo della sicurezza informatica riteniamo che Facebook, Instagram e WhatsApp possano diventare nostri partner e lavorare con noi all’obiettivo di un futuro connesso in modo sempre più sicuro. Continuiamo a tenere la porta aperta per loro.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Continua a leggere

Back to top button
Close