Vodafone: il bando “Action for 5G” per la futura società cybernetica


Giorno 16 Febbraio 2018, al Vodafone Village di Milano è avvenuto l’incontro tra i vertici dell’azienda, gli sviluppatori e i ricercatori. Argomento principale è stato l’Action for 5G lanciato da Vodafone Italia.

Questa tecnologia, come affermato nel comunicato stampa di Vodafone, sarà determinante per la nascita e crescita della nuova Gigabit Society e della digital transformation, presto protagonista di questa epoca.

La nuova rete 5G, sarà diffusa entro la fine del 2018 e coprirà prima l’80% poi entro il 2019 arriverà al 100% sia della città che dell’intera Area Metropolitana, facendo di questo territorio il laboratorio più avanzato in Europa e tra i pochissimi al mondo in tema di 5G.

38 partner, 41 progetti, 7 ambiti di applicazione, 90 milioni di euro di investimenti e la società Vodafone, hanno reso possibile la sperimentazione del 5G a Milano e ognuno di loro, tramite i portavoce del Politecnico di Milano, e-novia, Intellitronika e LIFE, ha raccontato alla platea quanta differenza darà il 5G nei progetti futuri e di come se ne potrà usufruire in infinite applicazioni. A questo proposito è stato indetto il primo bando Action for 5G, realizzato in collaborazione con PoliHub, incubatore del Politecnico di Milano.

   

È possibile candidarsi gratuitamente andando direttamente sul sito ufficiale www.Actionfor5G.it. e si avrà tempo fino le ore 17:00 del 31 marzo 2018 per ideare e proporre nuovi modelli di business.

La prima call per il 2018 è di 2,5 milioni di euro annui (complessivamente 10 milioni di euro) e saranno messe a disposizione spazi (PoliHub) e infrastrutture sperimentali (Vodafone Open Lab e Campus Open Lab del Politecnico di Milano) alle imprese sociali professionalità e know-how (Vodafone, Politecnico di Milano, PoliHub) ai startup ed ai PMI.

Per poter accedere alla rete virtuosa di Action for 5G è richiesto che i progetti abbiano elevato livello di concretezza e che contengano elementi a forte impatto sociale, economico e ambientale. Quindi che questa tecnologia risulti essere essenziale e determinante nello sviluppo di progettualità già esistenti o nella creazione di nuove. Inoltre requisiti fondamentali del 5G dovranno essere la “massive broadband” con capacità di download in mobile di 10+ Gbps al secondo e la bassa latenza prossima a 1 millisecondo, requisiti che daranno la possibilità di connettere milioni di oggetti per chilometro quadrato.

Non ci sono quindi limitazioni di applicazione del 5G, si potrà spaziare dalla sicurezza all’education, dall’entertainmnent alle smart city e alle smart grid, così come più nel dettaglio le soluzioni possono essere dispositivi, applicazioni, robotica, wearable, AR/VR e così via.

Sono già iniziate le prime sperimentazioni nell’ambiente sociale, infatti anche le abitudini da cui non ci aspetteremmo cambiamenti, presto subiranno trasformazioni non indifferenti. E’ il caso, ad esempio del postino-robot , progetto di Enrico Silani, Head of Augmented Sense & Driving di e-novia.

Yape è il nome del piccolo robot-postino, che su due ruote ha già iniziato i primi test per le vie di Cremona e Milano. Saranno apportate nuove soluzioni per garantire alle forze dell’ordine un migliore monitoraggio per la sicurezza in strada, progetto di Andrea Medico, direttore commerciale di Intellitronika.

 

Oppure ancora in ambito salute, benessere e sport, sarà possibile leggere in tempo reale moltissime informazioni fisiologiche tramite dispositivi indossabili, progetto di Gianluigi Longinotti Buitoni, amministratore delegato di L.I.F.E. Senza dimenticare i nuovi entusiasmanti scenari nel mondo della realtà aumentata, di quella virtuale e della Mixed Reality, che saranno possibili solo grazie al 5G, progetto di Pier Luca Lanzi, professore del Politecnico di Milano del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria.






 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus