Sistemi di tutela 4.0: Agcom presenta la seconda edizione del Libro Bianco Media e Minori


Nuove forme di tutela nei confronti dei minori: questo è il messaggio lanciato dal Commissario di Agcom, l’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni, Antonio Martusciello, durante il suo intervento alla recente presentazione del Libro Bianco Media e Minori presso la Camera dei Deputati.

Il Libro, giunto alla sua seconda edizione, dopo quella del 2014, è uno studio costituito da 187 pagine che si pone come punto di riflessione sul rapporto tra media e minori, quindi sull’uso dei moderni mezzi di comunicazione (televisione, Internet, digitale terreste, videogames, editoria elettronica, tv via web, etc…) da parte dei minorenni, per i quali sono necessarie nuove misure di garanzia, certamente meno obsolete e più funzionali.

Gli adolescenti di oggi sono individui autonomi “nell’accesso ai sistemi di comunicazione e sono tecnologicamente esperti”, come sostiene Martusciello, e metodi come il parental control, o la visione accompagnata da adulti, appaiono oramai superati e poco funzionali, in quanto richiederebbero un intervento incisivo da parte delle famiglie che spesso si rivelano inadeguate nello svolgimento di questo ruolo in quanto poco presenti e prive delle conoscenze tecniche necessarie.

Per tutte queste ragioni, bisogna intervenire immaginando “una versione 4.0 dei sistemi di tutela“, i quali, oltre ad essere user friendly, devono essere aggiornati affinché, continua Martusciello, “il contenuto, qualificato come potenzialmente lesivo, possa essere tracciato attraverso un’impronta digitale, consentendo così l’applicazione di sistemi di filtraggio automatico degli stessi.”

I tempi cambiano, si evolvono, e con essi anche le nuove forme di tutela, soprattutto in un momento storico delicato come il nostro in cui, sottolinea ancora una volta il Commissario di Agcom, “i contenuti fluiscono liberamente su diverse reti e diversi device. In un contesto di mercati convergenti, la salvaguardia deve essere dunque estesa tanto ai contenuti che alle reti di trasmissione, secondo un approccio olistico che permetta di proteggere i minori nella loro piena interazione con il complesso dell’ecosistema digitale”.

   

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.