GamingReti e FrequenzeTLC nel MondoVodafone

Vodafone e Nokia: test su nuovo standard Internet L4S per ridurre il lag di giochi e video

Mercoledì 3 Aprile 2024, Vodafone Group ha annunciato di aver testato con successo, in collaborazione con Nokia, un nuovo standard Internet chiamato L4S, in grado, a detta della società di telecomunicazioni, di migliorare l’esperienza della banda larga domestica per i clienti, in particolare quando si gioca o si effettuano videochiamate.

Ideato dai Nokia Bell Labs, L4S è l’acronimo di Low Latency, Low Loss, Scalable Throughput. Il nuovo standard, protagonista dei test condotti insieme a Vodafone, è sostenuta dall’Internet Engineering Task Force (IETF), il principale organismo di standardizzazione di Internet.

La tecnologia è stata sviluppata con l’obiettivo di mantenere simultaneamente un elevato flusso di dati e una bassa latenza (lag), affrontando il problema dei ritardi di accodamento (queuing delays), una delle principali fonti di picchi di latenza su Internet, che colpisce soprattutto i videogiocatori competitivi.

La latenza, ha spiegato il Gruppo Vodafone nel suo comunicato, si verifica in particolare quando i pacchetti di dati attendono inattivi nei buffer della rete, ad esempio nei router e nei modem, prima di essere inoltrati a destinazione.

Una latenza di 100 millisecondi o superiore, come sottolineato da Vodafone pari a un battito di ciglia, può dunque causare un ritardo evidente quando si gioca, ma anche durante una videochiamata.

I test di Vodafone e Nokia si sono tenuti nel laboratorio dell’operatore britannico a Newbury, nel Regno Unito, utilizzando un collegamento FTTH (Fiber To The Home) replicato, con un computer portatile standard su una connessione a banda larga WiFi occupata, simulando quindi il picco di carico peggiore.

Grazie al nuovo standard L4S, le due aziende sono state in grado di ridurre i tempi di risposta quando si accede a un sito Internet, ovvero la latenza, portando il valore iniziale di 550 millisecondi (0,55 secondi) a 12 millisecondi (0,012 secondi), mantenendo velocità elevate.

Utilizzando un cavo Ethernet al posto del WiFi, la latenza si è invece ridotta a soli 1,05 millisecondi (0,00105 secondi).

Di seguito, le parole di Gavin Young, Head of Fixed Access Centre of Excellence presso Vodafone, che ha dichiarato:

In qualità di fornitore leader di banda larga, Vodafone mira a fornire ai clienti un servizio più veloce, reattivo e affidabile, privo di lag anche nelle ore di punta.

L4S è una tecnologia entusiasmante con un enorme potenziale per raggiungere questo obiettivo, oltre a fornire un’esperienza internet più interattiva e tattile per i nostri clienti.

Questa, invece, la dichiarazione di Azimeh Sefidcon, Head of Network Systems and Security Research presso i Nokia Bell Labs, che ha spiegato:

Questi risultati estremamente incoraggianti dimostrano che L4S permette di liberare qualsiasi applicazione in tempo reale che normalmente sarebbe limitata da un’elevata latenza.

Videoconferenze, cloud gaming, realtà aumentata e persino le operazioni a distanza dei droni funzioneranno perfettamente su Internet, senza subire ritardi significativi nelle code.

A detta di Vodafone, si è trattato della prima dimostrazione al mondo di L4S in esecuzione su un PON (Passive Optical Network) costruito con tecnologia Nokia.

L’infrastruttura, in particolare, era costituita da un gateway di rete a banda larga (Broadband Network Gateway, BNG), un terminale di linea ottica (Optical Line Terminal, OLT) PON, più terminali di rete ottica (Optical Network Terminal, ONT) PON e diversi punti di accesso WiFi.

I test, secondo quanto riportato da Vodafone, hanno dimostrato latenze end-to-end estremamente basse e costanti, quando attraversano tutti gli elementi della rete.

Mentre i test di Vodafone e Nokia Bell Labs sono stati condotti utilizzando la rete ottica passiva (PON), la tecnologia alla base dei servizi domestici a banda larga in fibra, L4S, a detta dell’operatore, può essere utilizzato anche su qualsiasi connessione di accesso, sia mobile che fissa.

La nuova tecnologia, infatti, ha spiegato Vodafone, potrebbe essere applicata a qualsiasi applicazione sensibile alla latenza, come la chirurgia a distanza, i veicoli autonomi connessi e le fabbriche intelligenti alla base dell’Industrial Internet.

Editing Mattia Castro

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram. Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.