LexFonia

L’Authority ucraina NCEC si unisce al BEREC: la decisione della Commissione Europea

La Commissione Europea ha adottato martedì 7 giugno 2022 la decisione di autorizzare l’adesione, senza diritto di voto, al BEREC, l’organismo dei regolatori europei per le comunicazioni elettroniche, per la NCEC, l’autorità di regolamentazione ucraina responsabile delle comunicazioni elettroniche.

Questo comporta per l’autorità di regolamentazione ucraina il poter prendere parte al lavoro quotidiano del BEREC’s Board of Regulators, il consiglio dei regolatori del BEREC, inoltre l’Ucraina potrà nominare figure esperte che si uniscano ai gruppi di lavoro dell’organismo regolatorio europeo.

La decisione della Commissione si basa sull’accordo di associazione tra l’UE e l’Ucraina, attraverso il quale le due parti si sono impegnate lavorando assieme per allineare le leggi ucraine con le normative vigenti UE sulle comunicazioni elettroniche e per promuovere una cooperazione tra l’organo regolatorio nazionale ucraino e quelli degli altri stati membri dell’Unione.

Nei mesi scorsi, gli operatori di telecomunicazioni con sede nell’Unione Europea e in Ucraina hanno firmato una dichiarazione congiunta per garantire e stabilizzare, a prezzi ridotti o gratuitamente, roaming e chiamate internazionali tra L’UE e l’Ucraina, aiutando così i cittadini ucraini, profughi in territorio europeo, a stare in contatto con i propri cari rimasti a casa, e ad avere accesso ad informazioni attendibili.

Riguardo la vicenda, Thierry Breton, Commissario per il Mercato Interno, ha dichiarato:

“É più importante che mai tenere l’Ucraina il più vicino possibile al mercato unico dell’UE. Sono quindi felice di dare il benvenuto all’autorità di regolamentazione ucraina nel BEREC.

Permetterà una più stretta cooperazione sulle questioni riguardo la connettività nel corso dell’emergenza corrente e getterà le basi per portare le norme ucraine riguardo le comunicazioni elettroniche più vicine al quadro europeo in materia di telecomunicazioni.”

Annemarie Sipkes, Presidente del BEREC, aggiunge:

“Il BEREC e i suoi membri hanno già stabilito una relazione con i nostri colleghi della NCEC, come recentemente è stato sottolineato dalla nostra cooperazione riguardo le tariffe di roaming e le azioni congiunte degli operatori ucraini e europei per garantire connettività a prezzi accessibili ai rifugiati ucraini.

Partecipare nel BEREC permette alla NCEC di unirsi ai nostri progetti per promuovere una connettività end-to-end significativa e responsabilizzare l’utenza finale.”

L’autorità del BEREC sta quindi monitorando la dichiarazione congiunta che la Commissione e il Parlamento Europeo hanno facilitato.

Editing Mattia Castro

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button