App e ProgiliadSicurezza Mobile

Iliad mette in chiaro ai propri clienti l’illeceità dei servizi Cash4SMS

Prosegue imperterrita la lotta degli operatori telefonici italiani contro quei servizi illeciti definiti talvolta Cash4SMS: è la volta di Iliad che informa i propri clienti sui rischi e sulle conseguenze che si corrono mettendo in atto tali pratiche contrarie alla normativa vigente.

Esattamente come già raccontato nelle scorse settimane da MondoMobileWeb in riferimento a WindTre prima e TIM e Kena poi, l’intervento di Iliad è atto a prevenire l’utilizzo di applicazioni o di servizi telefonici che favoriscano la rivendita degli SMS in cambio di un compenso economico.

Sembra, infatti, sempre più diffusa in rete la tendenza a cedere i messaggi inclusi nella propria tariffa telefonica, ma rimasti inutilizzati, a società che sfruttano il numero di telefono dell’utente per fornire illegalmente servizi di messaggistica aziendale.

Col supporto dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Iliad provvede al costante monitoraggio e alla segnalazione di attività di questo tipo affinché esse vengano bloccate e i propri consumatori non cadano nelle trappole.

Iliad contro la rivendita degli SMS

L’illegalità della pratica deriva dal fatto che per rivendere servizi di telefonia non è sufficiente stringere un accordo con Iliad perché è necessaria una specifica autorizzazione rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico, senza la quale il commerciante trasgressore viene ritenuto un fornitore abusivo di servizi di comunicazione elettronica.

Alla pagina Offerta, ricarica e consumi della sezione Assistenza del sito ufficiale di Iliad, il quarto operatore di rete italiano precisa che, una volta ceduti, sia l’utente che l’operatore stesso perdono potere e controllo sui messaggi utilizzati da terzi e sul loro contenuto: anche per questo chi aderisce all’iniziativa espone a rischi la tutela dei propri dati personali (il proprio numero telefonico in primis).

La telco evidenzia anche che un utilizzo illecito dei propri SMS, poiché non conforme alle Condizioni Generali di Contratto imposte da Iliad e alla normativa vigente, può indurre il cliente a misure punitive quali il blocco del traffico e la risoluzione del contratto.

Infine, una volta ceduti gli SMS, l’utente corre il pericolo di essere considerato il diretto responsabile della pratica illegittima dal momento che il suo numero di cellulare potrebbe, a sua insaputa, rivelarsi mittente di comunicazioni di natura illegale in quanto incontrollabili.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Via
iliad.it

Ti potrebbe interessare

Back to top button