LinkemTech 5G e IoT

Linkem e Radoff: diffusione dei sistemi IoT di monitoraggio e bonifica dell’aria

Oggi, 16 dicembre 2021, Linkem e Radoff, start-up che sviluppa sistemi di monitoraggio e bonifica del gas radon e della qualità dell’aria negli ambienti indoor, hanno annunciato un accordo commerciale volto alla diffusione di questi prodotti, anche tramite la rete di distribuzione dell’operatore.

Nello specifico, Radoff, nata nel 2018 dal CEO Domenico Cassitta, a seguito di sei anni di ricerca e sviluppo e tre brevetti depositati, propone un sistema IoT che agisce su agenti inquinanti (come gas radon, CO2, composti organici volatili e polveri sottili), connesso all’utente tramite un’applicazione per smartphone e una piattaforma web, che permette di agire in tempi celeri sulla qualità dell’aria.

Attualmente, l’impegno del team di Radoff in questo ambito ha portato allo sviluppo di 4 prodotti. La start-up, inoltre, ha già chiuso 3 round di finanziamento e può contare tra i suoi soci diverse aziende ed enti, tra cui la stessa Linkem.

I canali di vendita di Radoff sono diretti sia al consumatore finale, attraverso l’e-commerce e le partnership commerciali, che alla Pubblica Amministrazione e al ramo Corporate (come aziende di facility management, multiutility, Telco e aziende di sicurezza sul lavoro) con l’integrazione dei suoi dispositivi.

Linkem

Di seguito, le parole di Davide Rota, Amministratore Delegato di Linkem:

Linkem ha scelto Radoff per completare la propria strategia di investimento in ambito cleantech.

Le soluzioni di Radoff sviluppate su brevetti proprietari rappresentano un’utilissima innovazione per migliorare la salute attraverso il monitoraggio della qualità dell’aria e la bonifica del Radon negli ambienti chiusi, abitazioni, negozi e luoghi pubblici.

Siamo orgogliosi di affiancare ai prodotti Linkem quelli creati da Radoff nella nostra rete commerciale per rendere ancora più semplice acquistarli in tutta Italia.

Per il CEO di Radoff l’accordo con Linkem rappresenta un ulteriore passo verso il loro piano di sviluppo, dando un impulso alla diffusione, su tutto il territorio nazionale, dei loro sistemi IoT.

Con questo accordo, infatti, la start-up intende proseguire il proprio percorso di crescita, che prevede da qui al 2025 l’ampliamento del team, l’internazionalizzazione nel mercato europeo e oltreoceano e la continua attività di ricerca e sviluppo, per migliorare i prodotti e garantire la competitività della tecnologia proprietaria.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button