DaznLexFonia

Serie A su DAZN, trasparenza e qualità: il contenuto della risoluzione della Commissione Trasporti

La IX Commissione della Camera, la Commissione Trasporti, ha approvato una risoluzione oggi 22 Settembre 2021 sul caso DAZN, per assicurare livelli di servizio adeguati e trasparenza nella rilevazione degli ascolti.

La Commissione Trasporti è stata recentemente impegnata sul caso DAZN con un’audizione del Presidente dell’AGCOM, Giacomo Lasorella, che aveva commentato l’avvio dell’istruttoria dell’Autorità nei confronti di DAZN, per verificare la metodologia di rilevazione degli ascolti dopo l’ottenimento dei diritti della Serie A in streaming.

Soprattutto considerando il rilievo del contenuto veicolato da DAZN, appunto la Serie A in streaming, è apparsa all’AGCOM particolarmente rilevante la necessità di fornire agli investitori un dato attendibile sull’audience, così da permettere la pianificazione e ottimizzazione delle campagne pubblicitarie.

A ciò, si aggiunge chiaramente la necessità di ripartire correttamente i proventi derivanti dalla commercializzazione dei diritti tra i club di Serie A.

Commissione Trasporti approva la risoluzione per la tutela dei consumatori e la trasparenza nelle rilevazioni degli indici di ascolto

Quest’oggi, 22 Settembre 2021, la Commissione Trasporti ha approvato la risoluzione per garantire maggiore tutela ai consumatori e la giusta trasparenza nelle rilevazioni degli indici di ascolto.

L’atto di risoluzione era stato presentato il 20 Settembre 2021, con primo firmatario Raffaella Paita di Italia Viva e Vincenza Bruno Bossio (PD), Luciano Nobili (Italia Viva) e Carlo Ugo De Girolamo (coraggio Italia) come co-firmatari.

Nell’atto di risoluzione si legge che le questioni fondamentali relative alla trasmissione in streaming su DAZN riguardano innanzitutto la tenuta della rete, la tutela dei consumatori e la rilevazione degli indici di ascolto, come emerso appunto anche nella già citata audizione del Presidente dell’AGCOM.

Essendo il campionato di calcio di Serie A “un tema di generale e diffuso interesse collettivo”, secondo la Commissione occorre garantire uno standard di qualità della trasmissione che sia adeguato, insieme all’assenza di interruzioni del servizio.

In tal senso, è fondamentale, prosegue l’atto di risoluzione, che a tutti gli utenti su DAZN venga assicurata la fruizione del servizio nel rispetto degli standard qualitativi sopra citati e che, a fronte di eventuali disservizi, vengano messi in campo “strumenti adeguati, efficaci e tempestivi di tutela e di assistenza e di risoluzione delle controversie”.

I punti principali della risoluzione sulle condotte di DAZN

Per questa ragione, la risoluzione approvata quest’oggi impegna il Governo ad adottare tutte le iniziative di competenza, anche di natura normativa, volte ad assicurare che DAZN (e tutti gli altri operatori che svolgano servizi analoghi) garantiscano piena tutela agli utenti in materia di trasparenza, informazione, indennizzi, reclami e assistenza tecnica, assegnando all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni poteri di controllo e sanzionatori, come previsto anche per gli operatori di servizi di comunicazione elettronica.

Inoltre, la risoluzione è volta ad assicurare che le rilevazioni degli indici di ascolto effettuate da DAZN e dagli altri operatori analoghi siano conformi a criteri di trasparenza, verificabilità e certificazione e che vengano rafforzati i poteri dell’AGCOM affinché l’Autorità possa prescrivere alle piattaforme per la distribuzione in streaming di contenuti audiovisivi l’adozione delle modalità tecniche e degli investimenti per evitare l’eventuale sovraccarico delle reti, con conseguenze negative in termini di rallentamento del traffico per lo svolgimento dei servizi essenziali.

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

MondoMobile.News

Back to top button