TLC nel MondoReti 5G

Asta 5G in Spagna: frequenze in banda 700 MHz assegnate a Vodafone, Orange e Telefónica

Nei giorni scorsi, in Spagna, si è svolta l’asta delle frequenze 5G relative alla banda a 700 MHz, che ha visto nel giro di soli 2 giorni la conclusione della procedura con l’assegnazione dei blocchi a tre dei principali operatori di rete mobile spagnoli, cioè Vodafone, Orange e Telefónica, che si sono impegnati complessivamente per oltre 1 miliardo di euro.

La procedura d’asta è stata gestita dal Ministerio de Asuntos Económicos y Transformación Digital (MINECO), il Ministero del governo spagnolo che si occupa di affari economici e della trasformazione digitale, che nella giornata di ieri, 21 Luglio 2021, ha comunicato ufficialmente la conclusione della procedura per le risorse della banda 700 MHz.

Si tratta della terza asta 5G in Spagna, dopo la prima gara per la banda 3.6-3.8 GHz svoltasi nel 2018 e l’asta per 20 MHz di quella stessa banda effettuata nello scorso mese di Febbraio 2021.

Lo spettro della banda 700 MHz messo all’asta in Spagna

In questo caso, invece, sono stati messi all’asta nella banda a 700 MHz un totale di 75 MHz suddivisi in 60 MHz per le comunicazioni upstream e downstream e 15 MHz per il solo downstream, distribuiti in sette concessioni statali. Il prezzo di partenza complessivo per tutte le concessioni era stato fissato in 995,5 milioni di euro.

In dettaglio, lo spettro totale da 60 MHz per le comunicazioni upstream e downstream (FDD) è stato suddiviso in 4 concessioni: 2 blocchi di 2×10 MHz e 2 blocchi di 2×5 MHz.

Invece, lo spettro totale da 15 MHz per le comunicazioni solo downstream (SDL) è stato suddiviso 3 concessioni, tramite 3 blocchi di 5 MHz.

I tre operatori spagnoli che erano stati ammessi all’asta sono Orange, Telefónica (che in Spagna utilizza il marchio commerciale Movistar) e Vodafone.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Spagna 5G rete

Lo svolgimento e i risultati della gara per il 5G

La prima giornata dell’asta si è svolta Martedì 20 Luglio 2021, al termine della quale sono stati effettuati 5 round con una cifra complessiva offerta dagli operatori pari a 280.964.000 euro.

Ieri, 21 Luglio 2021, è stata invece celebrata la seconda e ultima giornata della gara delle frequenze 5G nella banda 700 MHz.

Come comunicato dal ministero spagnolo, sono stati effettuati complessivamente 12 round dell’asta e l’importo complessivo raggiunto con tutte le concessioni aggiudicate ammonta a 1.010.089.000 euro:

  • Telefónica si è aggiudicata 1 blocco FDD di 2×10 MHz al prezzo di 310.089.000 euro;
  • Vodafone si è aggiudicata 1 blocco FDD di 2×10 MHz al prezzo di 350.000.000 euro;
  • Orange si è invece aggiudicata entrambi i blocchi FDD di 2×5 MHz, ciascuno al prezzo di 175.000.000 euro, per un esborso complessivo di 350.000.000 euro.

Non sono state invece aggiudicati 3 blocchi SDL da 5 MHz ciascuno, per cui non sono arrivate offerte. Delle 7 concessioni pubbliche messe all’asta, ne sono state quindi assegnate solo 4. Le concessioni avranno una durata minima di 20 anni e massima di 40.

Il Ministero economico spagnolo ricorda che lo sviluppo della tecnologia 5G in Spagna è una priorità inclusa nella componente “Conectividad digital, impulso de la ciberseguridad y despliegue del 5G” (connettività digitale, potenziamento della sicurezza informatica e implementazione del 5G) del Piano di Recupero, Trasformazione e Resilienza (Plan de Recuperación, Transformación y Resiliencia, l’equivalente del PNRR italiano).

Il Piano include un investimento pubblico di 1500 milioni di euro per accelerare la diffusione del 5G in Spagna e una delle riforme previste è mettere a disposizione degli operatori le bande prioritarie.

Il commento di Vodafone Group sull’asta 5G spagnola

A margine dell’aggiudicazione delle frequenze 5G per la banda 700 Mhz in Spagna è arrivato anche il commento di Vodafone Group, che ha annunciato oggi, 22 Luglio 2021, l’acquisto di 2×10 MHz di spettro per 350 milioni di euro.

Colman Deegan, CEO di Vodafone España, ha dichiarato:

Vodafone accoglie con favore le migliori condizioni offerte dal governo per questa asta dello spettro, che rappresenta un passo importante verso il raggiungimento di un settore sostenibile ed economicamente sostenibile, necessario per continui investimenti nella connettività.

Le nuove frequenze 5G acquisite oggi consentiranno a Vodafone Spagna di accelerare l’implementazione della nostra rete 5G leader nei prossimi mesi, garantendo che i consumatori e le imprese possano sfruttare le opportunità di trasformazione digitale per supportare la ripresa economica dopo la pandemia.

Come comunicato da Vodafone, l’importo totale sarà pagabile in un’unica rata dopo la conclusione della procedura d’asta. In più, ogni anno sarà dovuto un canone di licenza di 15,5 milioni di euro.

Vodafone sottolinea inoltre che lo spettro acquisito ha diritti di detenzione iniziali fino al 2041, con rinnovo automatico senza canone aggiuntivo per ulteriori 20 anni (fino al 2061), soggetto al rispetto degli obblighi di licenza.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button