Timvision

Gubitosi su TIMVISION e sulla possibilità di vedere Serie A, B, Champions e Coppe Europee

Luigi Gubitosi, l’Amministratore Delegato di Tim, si è espresso in merito al servizio streaming, TIMVISION, e agli accordi raggiunti con DAZN e Mediaset, che permetteranno alla piattaforma di mettere a disposizione dei suoi abbonati la visione di Serie A, Serie B, Champions e altre coppe europee.

A tal proposito, si ricorda che, lo scorso marzo 2021, la Lega Serie A ha assegnato a DAZN i diritti tv del più alto livello professionistico del campionato italiano di calcio maschile per i prossimi 3 anni, ovvero dal 2021 al 2024.

Il 15 giugno 2021, invece, la Lega Serie B ha annunciato l’acquisizione, sempre da parte di DAZN, dei diritti OTT (Over The Top) per la trasmissione tramite rete internet di tutte le partite della seconda divisione professionistica del campionato italiano di calcio maschile, per il triennio 2021/2024.

Nello stesso periodo, la piattaforma streaming sportiva di proprietà di Len Blavatnik trasmetterà anche tutta l’Europa League e una selezione di partite della Conference League.

Dalla stagione 2021/2022 e fino al 2024, Mediaset metterà a disposizione alcuni incontri della UEFA Champions League (ovvero 104 match a stagione), ad esclusione di uno per turno, in diretta streaming a pagamento con Infinity+ tramite la piattaforma di streaming Mediaset Infinity.

Altri 17 incontri della Coppa dei Campioni (che includono una partita per turno, compresa la finale) verranno trasmessi gratuitamente in chiaro da Mediaset, sia sulle reti generaliste che online.

Tramite gli accordi siglati con le due suddette società, i relativi contenuti saranno disponibili per la fruizione anche all’interno della piattaforma streaming, TIMVISION.

TIM Serie A

In un’intervista rilasciata il 2 luglio 2021, alla Gazzetta dello Sport, Luigi Gubitosi ha definito il passaggio dal satellite allo streaming come un momento epocale e di svolta, che permetterà di fare un salto in avanti non solo per il mercato dei diritti televisivi, ma anche per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione del Paese.

La strategia di TIMVISION, infatti, prevede l’aggregazione di diversi prodotti audiovisivi, grazie ad accordi per la distribuzione (ad esempio, Netflix e Disney+).

Per Gubitosi, gli appassionati di calcio avranno la possibilità di avere accesso a molteplici contenuti (sport, film, serie TV) tramite un unico abbonamento, un solo decoder (il TimVision Box) e un solo telecomando, a prezzi convenienti.

L’amministratore delegato di Tim ha aggiunto anche che lo streaming apre anche all’utilizzo di nuove soluzioni, tra cui la realtà virtuale.

A tal proposito, in occasione delle Olimpiadi di Tokyo (trasmesse da Eurosport anche su TIMVISION), verrà sperimentato il Multicast 4k, per una maggiore nitidezza delle immagini.

Per poter vedere le partite di calcio su TIMVISION, Gubitosi, dopo aver definito già sufficiente una connessione superiore ai 7 mega, ha risposto così: “La fibra di Tim copre oltre il 92 per cento delle famiglie che utilizzano la rete fissa, a cui si aggiunge la copertura con altre soluzioni come il 4G, il 5G o il FWA“.

Oltre agli investimenti e all’adozione della tecnologia multicast sulla propria rete, Tim intende rafforzare la presenza anche nelle aree in cui c’è bisogno di una ulteriore copertura.

In merito al contrasto alla pirateria, Gubitosi ha fatto, poi, riferimento a soluzioni tecnologiche volte a sconfiggere il suddetto fenomeno di illegalità e alla collaborazione di Tim con istituzioni e forze dell’ordine impegnate in questa missione.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Via
Gazzetta.it

Ti potrebbe interessare

Back to top button