LexFoniaReti 5GVodafone

Reti 5G: nuovo Golden Power del Governo Draghi su un contratto notificato da Vodafone

Con un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, datato 20 Maggio 2021, il Governo ha nuovamente esercitato i suoi poteri speciali relativi al Golden Power per la costruzione e l’aggiornamento delle reti di accesso 5G, in questo caso dopo una notifica di Vodafone Italia.

Golden Power del Governo su un contratto Vodafone

Come annunciato al Senato nella seduta numero 332 del 27 Maggio 2021, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 Maggio 2021 riguarda l’esercizio di poteri speciali, con prescrizioni, in ordine alla notifica di Vodafone Italia sulla fornitura di “beni e servizi necessari per la costruzione e l’aggiornamento delle reti di accesso radiomobile 5G”.

Non sono disponibili ulteriori informazioni, al netto delle tre assegnazioni (prima, ottava e decima Commissione permanente) e dei riferimenti normativi legati al Golden Power e al suo impiego anche per le tecnologie di telecomunicazione.

La lettera datata 25 Maggio 2021 ha trasmesso il DPCM anche alla Camera, in questo caso alla prima Commissione (Affari Costituzionali) e nona Commissione (Trasporti).

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

L’esercizio dei poteri speciali da parte del Governo

Con il termine Golden Power si fa riferimento all’insieme di strumenti volti a salvaguardare le imprese operanti in ambiti strategici o di interesse nazionale, o ancora all’interno di settori considerati ad alta intensità tecnologica. Il provvedimento numero 22 del 25 Marzo 2019 ha esteso il Golden Power alla nuova tecnologia 5G per questioni di sicurezza nazionale.

In tutti i casi, incluso quest’ultimo relativo alla notifica di Vodafone Italia, le decisioni del Governo vengono prese ai sensi della normativa sull’esercizio dei poteri speciali per gli asset strategici e rappresentano una sorta di veto temporaneo legato ai singoli contratti che vengono segnalati dagli operatori.

La decisione del Governo giunge infatti dopo l’obbligo di notifica a cui sono soggetti tutti gli accordi o i contratti stipulati aventi ad oggetto “acquisto di beni o servizi relativi alla progettazione, alla realizzazione, alla manutenzione e alla gestione delle reti 5G”.

Già in precedenza, con DPCM dell’11 Marzo 2021, il Governo Draghi aveva esercitato il Golden Power su un contratto dell’operatore Fastweb. In entrambi i casi, non sono noti ulteriori dettagli sui contratti, sul loro oggetto e sui fornitori coinvolti.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button