Tim FissoFiberCop

TIM e FiberCop: aggiunti Trapani, Cecina e altri comuni nel piano di copertura in fibra ottica

Dopo aver annunciato di aver inserito nel piano di copertura nuovi comuni come Marsala, Monfalcone e Nichelino, TIM continua in questi ultimi giorni ad ufficializzare nuovi ingressi del progetto di FiberCop, con nuovi comuni in tutta Italia.

Risalgono infatti all’ultima settimana le ufficializzazioni sulla copertura dei comuni di Sabaudia, Cecina, Trapani, Castellammare di Stabia e Thiene.

Nello specifico, nel Comune di Sabaudia TIM investirà 700.000 euro per estendere la copertura in tecnologia FTTC con velocità fino a 200 Mbps che raggiungerà circa 6600 unità immobiliari.

Sabaudia entra dunque nella lista dei Comuni italiani scelti da TIM per il lancio dei servizi a banda ultralarga tramite il collegamento di 49 armadi stradali del territorio immobiliare.

Gli altri comuni citati, invece, sono stati inseriti nel piano di copertura di FiberCop per connettività fino a 1 Gbps.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

FiberCop

I nuovi comuni inseriti nel piano di copertura di FiberCop

Iniziando con Cecina, la città toscana è stata inserita nei piani di copertura di FiberCop per coprire 10.000 unità immobiliari, con lavori di copertura già iniziati. L’investimento stimato di TIM è di circa 4 milioni di euro e la fibra a 1 Gbps si affiancherà alla rete FTTC già disponibile in 12.500 unità immobiliari.

A Trapani, l’investimento stimato di TIM è invece di 5 milioni di euro e mira alla copertura di 21.500 unità immobiliari in fibra ottica, con lavori già iniziati in molte zone della città.

Passando a Castellammare di Stabia, la fibra ottica di FiberCop arriverà in 17.000 unità immobiliari a fronte di un investimento di 3,8 milioni di euro, mentre infine a Thiene, in provincia di Vicenza, i lavori coinvolgeranno 8000 unità immobiliari, con un investimento stimato, da parte di TIM, di circa 3 milioni di euro.

In tutti i casi, TIM opererà in partnership con le varie amministrazioni comunali per limitare i disagi ai cittadini. Laddove possibile, inoltre, si tenterà di riutilizzare le infrastrutture già esistenti per ridurre i disagi per la popolazione. Per lo stesso motivo, gli scavi eventualmente da realizzare adotteranno tecniche a basso impatto ambientale, con interventi sulla sede stradale di circa 10 o 15 centimetri.

L’obiettivo di FiberCop è quello di raggiungere, entro il 2025, il 76% delle unità immobiliari delle aree grigie e nere, corrispondente a circa il 56% di copertura delle unità immobiliari tecniche del Paese.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button