TLC nel MondoReti 5G

Il Presidente di Telefónica sul 5G: deregolamentare il settore tlc per la trasformazione digitale

Il Presidente di Telefónica, José María Álvarez-Pallete, ha esortato l’Unione Europea a rivedere la sua regolamentazione per affrontare efficacemente la sfida del 5G nei Paesi membri e abilitarne la rivoluzione digitale.

Nel corso di un dibattito organizzato al Centro per la Regolamentazione in Europa, Il Presidente dell’operatore spagnolo, attivo nel segmento mobile con il brand Movistar, ha rinnovato la sua richiesta per una deregolamentazione del settore delle telecomunicazioni e per la creazione di nuove norme omogenee per il mondo digitale.

José María Álvarez-Pallete, Presidente di Telefonica

Secondo José María Álvarez-Pallete, la spinta alla digitalizzazione abilitata dal 5G porterà crescita, occupazione di qualità, sostenibilità e inclusione, contribuendo sul PIL europeo per una crescita annua stimata fino al 3,2% da qui al 2025. Per fare ciò, però, occorrono nuove regole per il mondo digitale:

“Se la regolamentazione continua a concentrarsi sulla pressione dei prezzi, l’industria non sarà in grado di indirizzare gli investimenti per implementazioni in fibra e 5G o nuovi servizi dati, i cittadini europei rimarranno indietro nella transizione digitale. Siamo l’unico settore deflazionistico degli ultimi anni. Offriamo più qualità e più servizi, ma i prezzi hanno continuato a diminuire a causa della concorrenza artificiale introdotta nel settore delle telecomunicazioni.”

L’idea del Presidente di Telefonica è che l’Unione Europea debba modificare il suo approccio sulla concorrenza e sulla politica industriale, per permettere alla strategia comunitaria di avere successo.

Per fare ciò, un primo consiglio di José María Álvarez-Pallete è quello di offrire parità di condizioni tra tutti gli agenti sul mercato e nuove regole per il mondo digitale, per evitare che gli operatori continuino ad affrontare “regole squilibrate e politiche obsolete nel settore delle telecomunicazioni”.

Per aiutare le aziende a investire nel futuro, il Presidente di Telefonica chiede all’Europa di evitare le aste 5G, rinnovare le politiche di concorrenza per consentire il consolidamento del mercato e non ostacolare l’innovazione europea dei servizi digitali su cui anche gli operatori di telecomunicazione stanno spingendo tramite i loro investimenti.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button