SocialeVideoVodafone

Fondazione Vodafone contro la violenza di genere: lanciato il video manifesto del suo progetto

Oggi, 25 novembre 2020, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Fondazione Vodafone ha lanciato il video manifesto del suo progetto contro la violenza sulle donne, #ChiedoPerUnAmica.

Si tratta di una campagna social, nata per comunicare l’impegno dell’operatore e della sua Fondazione nei confronti della tematica e per promuovere l’utilizzo di Bright Sky.

Quest’ultima è un’applicazione sviluppata da Fondazione Vodafone per supportare le donne che subiscono violenza domestica e maltrattamenti.

Inoltre, sempre oggi, sono stati pubblicati i risultati della nuova ricerca commissionata da Fondazione Vodafone sull’impatto della policy contro la violenza domestica e gli abusi in tutti i 27 mercati dell’operatore rosso.

Nello specifico, la campagna #Chiedoperunamica ricalca un’espressione utilizzata ironicamente sui social per porre domande imbarazzanti senza esporsi in prima persona. L’obbiettivo è quello di creare un legame più confidenziale e sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza di genere.

La campagna realizzata da Fondazione Vodafone ha visto il coinvolgimento di Florencia Di Stefano-Abichain, Valeria Fioretta, Annie Mazzola e Valentina Ricci, che hanno chiesto alle loro followers di condividere le loro storie, inerenti al tema, e promosso l’utilizzo di Bright Sky.

L’applicazione, sviluppata in collaborazione con CADMI Casa delle Donne Maltrattate e Polizia di Stato e scaricabile gratuitamente, mette a disposizione una mappatura dei servizi di supporto che si occupano di maltrattamenti, a livello locale e nazionale, oltre a uno strumento di chiamata rapida al 112, attivabile con un singolo tocco su ogni pagina dell’app.

Bright Sky dispone, inoltre, di uno strumento di valutazione del rischio, che aiuta la donna o chi le sta vicino a comprendere la sicurezza di una relazione, e di un questionario finalizzato a sfatare stereotipi e luoghi comuni sul fenomeno della violenza di genere.

Con l’intento di contrastare il fenomeno della violenza domestica e di tutelare i suoi dipendenti, Vodafone ha attuato una policy per i dipendenti che subiscono violenza domestica e maltrattamenti in 27 Paesi del Gruppo, compresa l’Italia. I dipendenti, dunque, nel pieno rispetto della privacy, possono usufruire di quindici giorni di permesso retribuito, oltre che del supporto psicologico di un medico competente e di servizi di consulenza.

A tal proposito, sempre in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Fondazione Vodafone ha commissionato una nuova ricerca a livello globale per esaminare l’implementazione e l’impatto della policy contro la violenza domestica in tutti i 27 mercati Vodafone.

Fondazione Vodafone

Tale ricerca, curata dalla dott.ssa Jane Pillinger, che si occupa di violenza di genere nel mondo del lavoro, avrebbe messo in luce il fatto che la policy di Vodafone stia cominciando ad avere un impatto concreto sulla qualità della vita dei dipendenti che subiscono violenza domestica e abusi.

Lo scopo di Vodafone è, dunque, quello di contribuire a creare un luogo di lavoro più inclusivo, basato su una maggiore consapevolezza e fiducia tra dipendenti. Anche di fronte all’emergenza COVID-19, infatti, che ha visto un incremento dei casi di violenza domestica in tutto il mondo, Vodafone ha lavorato per adattare la policy, fornendo ai propri manager strumenti aggiuntivi per riconoscere e dare supporto in caso di abusi e violenza domestica.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button