Telefonia MobileTelecomunicazioni

Portabilità: iliad assorbe un quarto delle linee in entrata mentre si riduce la forza dei virtuali

Il terzo Osservatorio AGCOM del 2020 pubblicato il 20 Ottobre 2020 ha ancora una volta gettato una luce sulla dinamica delle portabilità nel mobile in Italia, presentando dati in certi casi poco prevedibili.

Si premette che i dati dell’ultimo Osservatorio sono aggiornati al mese di Giugno 2020. Nell’ultimo anno, l’Autorità ha riscontrato circa 12,2 milioni di operazioni di portabilità, con un valore cumulato che sale a 151,8 milioni di portabilità totali.

Solo a Marzo 2020, nella precedente analisi, questo valore era di 149,4 milioni.

Anche l’indice di mobilità, vale a dire il rapporto tra le linee mobilitate da inizio anno e la corrispondente customer base media complessiva (al netto delle SIM M2M), è leggermente cresciuto, portandosi al 13,6%.

Come sempre, l’Autorità non evidenzia alcun confronto nella ripartizione delle portabilità per i singoli operatori. Per tratteggiare una panoramica che tenga conto delle differenze tra un trimestre e l’altro, e precisamente tra Marzo 2020 e Giugno 2020, è però possibile confrontare i dati precedenti con quelli rilasciati nel corso di questa settimana.

Si presenta adesso in basso il grafico dell’ultimo Osservatorio AGCOM, il numero 3/2020 rilasciato il 20 Ottobre 2020 e che analizza le portabilità fino a Giugno 2020.

Portabilità
Il grafico dell’ultimo osservatorio AGCOM, dati di Giugno 2020

Come è possibile notare, il primo dato a emergere riguarda l’andamento di WindTre, che rappresenta ancora l’operatore con il più elevato numero di linee in uscita. A Giugno 2020, infatti, circa il 28,9% delle portabilità in uscita provengono da WindTre, mentre il 23,4% e il 23,9% provengono, rispettivamente, da TIM e Vodafone.

Iliad continua invece ad assorbire la maggior parte delle portabilità in entrata, pari a circa il 25% del totale, similmente agli operatori virtuali.

Adesso, si presenta invece il grafico dell’Osservatorio precedente, il numero 2/2020 pubblicato il 16 Luglio 2020, che analizzava le portabilità al mese di Marzo 2020.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Portabilità
Il grafico del penultimo osservatorio AGCOM, dati di Marzo 2020

È così possibile effettuare un confronto dettagliato tra i due grafici. Partendo in ordine proprio da WindTre, l’operatore è passato dal 29,3% di linee in uscita al 28,9%, riducendo però ancor più nettamente le linee in entrata (dal 14,4% al 13,8%).

La riduzione delle linee in uscita è ancora più netta per TIM, che passa dal 24,3% al 23,4%, mantenendo quasi inalterata la quota di linee in entrata rispetto all’intero mercato.

Risultato simile anche per l’operatore Vodafone, che è passato dal 25% al 23,9% di linee in uscita incrementando invece la quota di linee in entrata, che passano dal 18,2% al 18,4%.

Analizzando quindi l’andamento dei tre principali operatori, si nota come WindTre sia stato l’unico ad avere osservato una contrazione delle linee in entrata ben più netta di quella delle linee in uscita, mentre la quota di TIM è rimasta pressoché stabile per le linee in entrata e quella di Vodafone è persino cresciuta, contestualmente alla riduzione delle linee in uscita, testimoniando un lieve miglioramento del contesto competitivo per l’operatore rosso.

In merito a tali dati, però, occorre evidenziare che anche nell’ultimo Osservatorio l’Autorità ha inserito i valori di Kena Mobile all’interno di TIM e quelli di ho. mobile all’interno di Vodafone. Non è stato invece citato Very Mobile di WindTre e dunque non se ne conosce l’eventuale impatto positivo.

Passando adesso a Iliad, l’operatore continua ad assorbire le portabilità in entrata degli altri concorrenti, con una percentuale delle linee in ingresso che sale e raggiunge il 25% del totale. A tal proposito, però, occorre evidenziare che anche la percentuale di linee in uscita è incrementata, e di una quota ben superiore, pari al +1,3%.

Il rapporto tra percentuale di linee in entrata e linee in uscita per Iliad resta comunque il migliore del mercato.

Infine, vengono presentati i dati degli operatori virtuali. Anche questa tendenza è singolare: da Marzo a Giugno 2020, gli MVNO hanno presentato infatti un serio incremento delle linee in uscita (+1,1%) a cui si aggiunge questa volta anche una contrazione delle linee in entrata, contro la tendenza recente che ha visto invece i virtuali continuare ad assorbire sempre più le portabilità in uscita degli altri operatori.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button