IoTReti 5G

Livorno 5G: Ericsson premiata per il progetto Port of the Future che riduce le emissioni di CO2

Ericsson è stato premiato agli Hannover Messe Digital Days per il suo progetto 5G Port of the Future sviluppato al Porto di Livorno. Il riconoscimento premia i risultati raggiunti in termini di sostenibilità ed efficienza delle operazioni di logistica.

Il progetto di Ericsson sfruttava il 5G, l’Internet of Things, la Realtà Virtuale e Aumentata e l’Intelligenza Artificiale per ottimizzare le operazioni di logistica all’interno del porto.

Tramite la rete di quinta generazione adoperata dal colosso svedese, erano state ridotte dell’8,2% le emissioni di CO2 grazie alla riduzione delle movimentazioni non necessarie delle merci al porto di Livorno.

In termini economici, l’ottimizzazione dei tempi di ormeggio delle navi porterebbe invece a un risparmio di 2,5 milioni di euro all’anno e l’utilizzo di gru controllate da remoto migliorerebbe la produttività del 25%.

Per i risultati ottenuti nel corso del progetto, Ericsson è stata premiata con l’Industrial Energy Efficiency Award nel corso degli Hannover Messe Digital Days che si sono tenuti ieri e oggi, 15 Luglio 2020.

Di seguito il commento di Rossella Cardone, Head of Sustainability and Corporate Responsibility di Ericsson per l’Europa e l’America Latina:

“Il progetto pilota 5G Port of the Future ha dimostrato che la connettività 5G può aiutare a far evolvere i tradizionali modelli di business e modelli operativi portuali, ottenendo un migliore rapporto costi-benefici e una maggiore sostenibilità dal punto di vista ambientale. Il 5G e le tecnologie digitali stanno razionalizzando il modo in cui i porti gestiscono i loro processi e flussi di merci a favore di modalità più ecologiche. L’innovazione e la tecnologia possono produrre un reale valore economico e di sostenibilità”.

Il progetto era stato avviato nel 2016 da Ericsson e dal CNIT, il Consorzio Nazionale Interuniversitario delle Telecomunicazioni, in partnership con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale.

Il 5G impiegato nella riduzione delle emissioni contribuisce al raggiungimento degli obiettivi definiti dall’SDG numero 13 (Climate Action) e, secondo le stime del modello elaborato insieme a Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM), porterebbe a una riduzione di quasi 148.000 kg di CO2 ogni anno per ogni terminal portuale.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Continua a leggere

Back to top button
Close