Reti e Frequenzeiliad

Antenna Iliad ad Asti, l’azienda risponde ai cittadini: l’installazione rispetta le norme vigenti

Da inizio mese sta facendo discutere la notizia dell’installazione di un’antenna Iliad ad Asti, che ha spinto molti cittadini a protestare con l’Amministrazione Comunale. Adesso, Iliad ha risposto ufficialmente ricordando di aver rispettato tutte le norme vigenti.

L’antenna di Iliad era stata installata in via Pietro Micca ad Asti, in un terreno di proprietà del Comune, nel rispetto delle norme vigenti e a seguito del rilascio di tutte le autorizzazioni necessarie.

Nonostante ciò, i residenti della zona avevano deciso di fare esposto alla Procura per verificare la piena regolarità dell’installazione sotto tutti i profili rilevanti.

Le principali lamentele riguardavano infatti l’impianto ambientale dell’antenna e l’assenza di informazioni sulla sua categoria, vale a dire se si trattasse di un’antenna 5G o meno.

Adesso, come riporta la Gazzetta d’Asti, Iliad ha risposto ufficialmente ai cittadini affermando di aver sempre operato interloquendo con le istituzioni locali per la scelta dei siti, e sempre nel rispetto delle normative vigenti.

Inoltre, Iliad ha confermato di aver proceduto come sempre alla realizzazione delle sue antenne solo in seguito al rilascio delle autorizzazioni necessarie e del parere favorevole dell’ARPA competente sul rispetto dei limiti elettromagnetici fissati dalla legge.

In risposta alle lamentele sull’installazione in piena Fase 1 della strategia italiana di contenimento del Coronavirus, Iliad ha ricordato che i cantieri in corso d’opera non hanno subito nessun fermo in quanto rientrano tra le opere per l’erogazione di servizi essenziali di Pubblica Utilità.

A tal proposito, Iliad ha ricordato che i lavori sono stati comunque svolti adottando tutti i protocolli e le misure di sicurezza e che i rapporti con le istituzioni locali si sono sempre basate su un clima di collaborazione e confronto nel rispetto delle reciproche esigenze.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

reti iliad lavoro

Come ormai noto, in questo periodo diversi Comuni stanno limitando le installazioni degli operatori.

Come comunicato dai rappresentanti delle principali aziende del settore, anche recentemente in un’audizione al Senato, sono ormai oltre 200 i comuni di diversa dimensione che hanno bloccato le installazioni nel loro territorio, principalmente per fini di precauzione.

L’Amministratore Delegato di Iliad, Benedetto Levi, si è recentemente espresso sull’argomento evidenziando come diversi provvedimenti locali siano ingiustificatamente restrittivi, soprattutto quando giungono a fronte di un parere favorevole da parte delle Autorità locali.

Secondo Levi, una delle ragioni di questo incremento delle restrizioni a livello locale è da rintracciare nel proliferare di fake news in tema 5G negli ultimi mesi.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button