TlcPosteMobile

PostePay: circa 4,5 mln di clienti con PosteMobile, nuove soluzioni full digital nel 2020

Poste Italiane ha pubblicato oggi, 13 Maggio 2020, i risultati finanziari aggiornati al primo trimestre del 2020, con informazioni anche sull’operatore PosteMobile di PostePay, che ha contribuito a ridurre le perdite di ricavi in altri segmenti.

Nel complesso, l’azienda è stata colpita a Marzo 2020 dal lockdown generalizzato, che ha impattato sui ricavi totali, pari al -3% rispetto allo stesso periodo del 2019, per 2.755 milioni di euro.

Anche il risultato operativo si è contratto del -28,6% rispetto al primo trimestre del 2019, a 441 milioni di euro, a causa dei minori ricavi e dei costi per fronteggiare l’emergenza, di cui 23 milioni di euro a Marzo 2020 (in totale i costi operativi sono stati pari a 2.315 milioni di euro).

Di seguito un commento dell’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, sui risultati e sui piani futuri:

“In periodi straordinari come questo, il mio pensiero va alle comunità e alle persone colpite dal COVID-19. Grazie all’impegno e al senso del dovere dimostrati dai nostri dipendenti, Poste Italiane ha rapidamente adeguato la propria operatività, per garantire i servizi essenziali ai nostri clienti e fornire il più ampio supporto al Paese, in linea con il suo ruolo di dorsale strategica per l’Italia. Sebbene la performance del 2020 sia stata impattata dal lockdown, i recenti eventi hanno accelerato trend emergenti chiave e confermato la direzione strategica del Piano Deliver 2022. Poste Italiane ha affrontato la crisi con un profilo finanziario robusto, con uno stato patrimoniale solido e una forte capacità di generare liquidità grazie al nostro business redditizio”.

Proprio la crescita dei ricavi dei segmenti pagamento e mobile e dei servizi assicurativi ha contribuito a mitigare i minori ricavi provenienti dagli altri servizi particolarmente colpiti dall’epidemia.

Per quanto concerne infatti il comparto servizi di pagamento e mobile, l’azienda ha continuato a mostrare una variazione nettamente positiva, con ricavi di 165 milioni di euro (+18,4%), risultato operativo di 67 milioni di euro (+18,2%) e utile netto in crescita del +21,4% a quota 51 milioni di euro.

Gran parte dei proventi sono generati dai pagamenti con carte, mentre i servizi di telecomunicazione rappresentano 69 milioni di euro di ricavi, in crescita del +32,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Come è possibile leggere nei dati di Poste Italiane, al Marzo 2020 i clienti di PosteMobile, linee fisse incluse, sono 4,5 milioni, in crescita del +5,8% rispetto ai 4,2 milioni dell’anno scorso.

Nel dettaglio, però, leggendo i dati sul Financial Database excel dell’azienda, le linee riportate sia per il fisso che per il mobile risultano essere 4,470 milioni, con un ARPU, vale a dire ricavi medi per utente, pari a 4,5 euro a SIM.

La variazione dei clienti PosteMobile rispetto all’ultimo trimestre e all’anno scorso.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Come confermato dall’AD dell’azienda, nonostante l’impatto dell’epidemia, la strategia di lungo periodo dell’azienda resta confermata. Con riferimento al settore in questione, Poste Italiane prevede di accelerare la naturale evoluzione dell’offerta verso nuove soluzioni full digital.

Ad esempio, è stato confermato che a breve sarà possibile richiedere la Postepay Evolution on-line con il successivo recapito della carta a domicilio, mentre nel secondo semestre dell’anno sarà lanciata una carta prepagata interamente digitale, che potrà essere richiesta dall’App PostePay e sarà messa a disposizione dei clienti tramite e-wallet.

Per ridurre i costi e gli investimenti, il Gruppo ha attivato un programma di revisione per ottenere risparmi strutturali di medio e lungo termine, sospendendo tutte le spese per consulenze e prestazioni professionali e decurtando del 50% la percentuale del bonus MBO 2020 attribuibile a circa 1300 manager, per rispondere in maniera diretta all’impatto del Coronavirus.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button