TLC nel Mondo

Annunciata fusione tra O2 e Virgin Media in UK: joint venture al 50% da 31 miliardi di sterline

È stata confermata dalle parti la fusione tra Virgin Media e O2 nel Regno Unito, per un valore di circa 31 miliardi di sterline. Con una joint venture al 50% nascerà dunque una nuova entità, presentata come il maggiore operatore del Regno Unito.

O2 e Virgin Media sono controllate, rispettivamente, da Telefonica e Liberty Global, che hanno oggi confermato l’accordo in Regno Unito tra l’operatore mobile O2 e la rete a banda larga di Virgin Media.

L’operazione oggi presentata ha un valore di oltre 31 miliardi di sterline, che scaturiscono dalla combinazione dei business delle due aziende, il cui valore aziendale complessivo è stimato a quota 12,7 miliardi per O2 e 18,7 miliardi per Virgin Media.

Attraverso la nuova Joint Venture, le aziende prevedono di realizzare sinergie per circa 6,2 miliardi di sterline dopo i costi di integrazione, in grande parte ottenibili tramite risparmi in termini di costi operativi e tributari, per un totale di circa 540 milioni di sterline su base annuale dal quinto anno dopo il closing.

A tal proposito, si segnala che oltre alle sinergie in termini di marketing, combinazione e divisione delle risorse, le aziende hanno già deciso di effettuare la migrazione del traffico mobile di Virgin Media sulla rete di Telefonica in Regno Unito per ridurre i costi di gestione della nuova entità.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

O2 Virgin Media

I CEO di Telefonica e di Liberty Global, rispettivamente Jose Maria Alvarez-Pallete e MIke Fries, hanno parlato di un’importante occasione per il mercato e gli utenti del Regno Unito, che potranno assistere a una più rapida diffusione dei servizi nel settore consumer, business e pubblico, con un particolare accento allo sviluppo del 5G da un lato e alla connettività a banda ultralarga dall’altro.

Inoltre, la joint venture punterà sulla convergenza nel segmento business, offrendo nuovi servizi e soluzioni alle aziende, tra cloud, big data, IoT e servizi di cybersecurity.

Secondo le prime stime di Telefonica e Liberty Global, il closing della transazione dovrebbe giungere entro la metà del 2021. Chiaramente, l’operazione sarà soggetta all’approvazione da parte delle Autorità del settore.

A tal proposito, con riferimento alla prossima asta delle frequenze nel Regno Unito, le parti hanno già reso noto che opereranno come entità distinte, con decisioni strategiche e partecipative totalmente separate. Inoltre, ognuna delle due aziende sosterrà in maniera individuale i costi dell’asta.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button