Rimodulazioni Tariffarie

3 Italia: dal 7 Gennaio 2020 rimodulazione tariffa in Tre Basic per alcuni clienti

Anche questo 2019 ha comportato, da parte dei principali operatori di telefonia mobile, modifiche unilaterali per alcuni consumatori. Da anni i principali operatori di telefonia mobile decidono di aumentare una propria tariffa o opzione, inizialmente succedeva con le offerte standard e negli ultimi anni i casi aumentano sempre di più nelle offerte winback e/o customer base.

Alcune volte, queste modifiche unilaterali non riguardano tutti i clienti con una determinata offerta tariffaria, ma solo alcuni clienti selezionati, che non rispettano alcune condizioni.

Per esempio a partire dal 7 Gennaio 2020 alcuni clienti Wind Tre con il brand 3 che utilizzano spesso la sim in Roaming Unione Europea anzichè utilizzarla in Italia, avranno la modifica unilaterale del proprio piano tariffario a consumo.

Dal 7 Gennaio 2020, come già è successo con altri casi simili, alcuni clienti 3 hanno ricevuto nei primi mesi di Dicembre 2019 la seguente comunicazione via SMS: “Modifica condizioni contrattuali: dal 07/01/20 la tua offerta cambia in Tre Basic a causa dell’insostenibilita’ economica dell’utilizzo del tuo attuale piano. Tre Basic: chiamate Naz.30cent/min, scatto/risp 20cent e tariff. a min, SMS 30cent, Internet 20c/20MB. Per dettagli offerta sostitutiva: Tre.it/trebasic. Diritto recesso entro il 06/01/20 con racc. A/R, PEC, 133, da Area Clienti, negozi Tre o cambio operatore senza penali. Info recesso su http://www.tre.it/assistenza/servizio-clienti/procedure-documenti/recesso-contratto

L’operatore specifica: “In presenza di contratti con compravendita rateizzata di prodotti e/o servizi ancora attivi ed offerti congiuntamente al servizio principale, ti verranno addebitate in un’unica soluzione tutte le restanti rate dovute, inclusa l’eventuale rata finale, fatto salvo che nella comunicazione di recesso o in caso di passaggio ad altro operatore (di rete fissa), sia indicata la volontà di voler mantenere attivo il pagamento di tali rate fino alla naturale scadenza, specificando tale preferenza prima di recedere dal contratto, con un preavviso di non più di 30 giorni. In caso di MNP tale manifestazione dovrà pervenire nel più breve tempo possibile dalla richiesta di portabilità“.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Il piano tariffario a consumo Tre Matic risulta essere incompatibile con le opzioni All-In e Play, questo potrebbe quindi portare il cliente 3 coinvolto a pagare solo con la propria tariffa a consumo.

Tre Basic prevede una tariffa voce di 30 centesimi di euro al minuto verso tutti i numeri nazionali, con uno scatto alla risposta di 20 centesimi di euro e con tariffazione al minuto con addebito anticipato, 30 centesimi di euro per ogni SMS nazionale inviato e una tariffa internet di 20 centesimi di euro per ogni 20 MB consumato senza scatto di apertura sessione. Dopo 10 minuti di inattività la sessione si considera scaduta.

La navigazione sull’App&Store ha un costo di 9 centesimi di euro per pagina visitata, ad eccezione delle pagine di errore e quelle dell’Area Clienti 3 che sono gratuite, mentre il costo di ogni singolo contenuto dell’App&Store è visualizzato prima dell’acquisto.

Per le E-mail inviate superiori a 6 kB, in aggiunta ai 15,25 centesimi di euro verranno addebitati 0,41 centesimi di euro per ogni Kb eccedente. È possibile inviare e ricevere E-mail dal cellulare attraverso il menu Messaggi, oppure accedendo ad internet utilizzando il cellulare come modem.

Per i nuovi clienti l’opzione 4G LTE, che consente di accedere alla rete dati ad alta velocità 4G LTE di 3, è inclusa in tutte le offerte consumer e partita IVA attivate dal 1° Aprile 2019. Per i già clienti l’opzione LTE è al costo di 1 euro al mese.

Si invitano tutti i lettori di MondoMobileWeb a raccontare la propria esperienza nei commenti o compilare il modulo delle segnalazioni.

Come già annunciato da Wind Tre, quest’anno sono cambiate alcune clausole contrattuali delle Condizioni Generali di Contratto per i servizi mobili con il brand 3 consumer. In particolare le sezioni Roaming e chiamate internazionali (articolo 14.1) e Sospensione dei Servizi UMTS (articoli 18.3 e 18.4), secondo quanto comunicato all’interno del sito ufficiale dell’operatore.

In particolare, il primo punto dell’articolo 14, afferma che per la fruizione dei Servizi UMTS in Roaming nazionale ed internazionale, nonché per le chiamate internazionali, i corrispettivi dovuti dal cliente saranno determinati sulla base ed in conformità del piano tariffario sottoscritto.

Per quanto riguarda il punto 3 dell’articolo 18, viene specificato che Tre si riserva la facoltà di sospendere, in tutto o in parte, i Servizi UMTS con un preavviso, anche mediante SMS, nelle ipotesi di cliente adempiente oppure anche senza preavviso nel caso di inottemperanza del cliente anche ad uno solo dei suoi impegni fondamentali, delle Condizioni Generali di Contratto e in ogni altro caso di uso improprio o illegittimo dei Servizi UMTS da parte del cliente, quindi anche in caso di morosità.

Tre GigaE’ considerato un uso improprio dei Servizi UMTS anche quello che supera i limiti ragionevoli derivanti da un utilizzo a scopo personale così determinati, per singola SIM:

  • traffico uscente giornaliero non superiore a 160 minuti e/o 200 SMS/MMS;
  • traffico uscente mensile non superiore a 1250 minuti e/o 2000 SMS/MMS;
  • traffico voce o SMS uscente complessivo, giornaliero o mensile, verso altri operatori nazionali e internazionali diversi da Tre non superiore al 60% del traffico uscente complessivo;
  • traffico voce o SMS uscente complessivo, giornaliero o mensile, verso un singolo operatore diverso da Tre non superiore al 40% del traffico uscente complessivo;
  • traffico voce o SMS uscente complessivo, giornaliero o mensile, verso Tre non superiore all’80% del traffico uscente complessivo;
  • rapporto tra traffico voce o SMS uscente complessivo, giornaliero o mensile, e traffico voce o SMS entrante complessivo da altri operatori non Tre non superiore a 4.

Per i piani, opzioni o promozioni che prevedono traffico nazionale e internazionale voce e sms illimitato verso tutti, i limiti ragionevoli derivanti da un utilizzo a scopo personale sono così determinati: traffico voce (o SMS) effettuato complessivo, giornaliero o mensile, verso Tre superiore al 40% del traffico complessivo effettuato; rapporto tra traffico voce (o SMS) uscente verso altri operatori non Tre, giornaliero o mensile, e traffico voce (o SMS) entrante da altri operatori non superiore a 3.

Nel successivo punto, il 18.4, Tre si riserva il diritto di sospendere, in tutto o in parte, i Servizi UMTS qualora siano riscontrati incrementi del volume di traffico che l’operatore stesso ritenga anomali rispetto al traffico pregresso.

In questi casi, l’operatore contatterà il cliente per verificare le ragioni dell’anomalia riscontrata e riattiverà i Servizi UMTS sospesi, successivamente al pagamento della fattura emesse da Tre. In qualsiasi caso, comunque, l’operatore potrà comunicare la sostituzione del piano sottoscritto con altro di tipo diverso o la disattivazione dell’opzione relativa al traffico anomalo con conseguente facoltà di recedere senza penali da parte del cliente coinvolto.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button