Vodafone Group: partono le sperimentazioni della tecnologia OpenRAN in Europa e in Africa


Vodafone Group inizierà presto a sperimentare una nuova tecnologia OpenRAN (Open Radio Access Networks), con l’obiettivo di coprire le aree rurali e migliorare la copertura nelle città utilizzando attrezzature di rete standardizzate.

Vodafone testerà la tecnologia per la prima volta nel mercato domestico, nel Regno Unito, ma la tecnologia sarà introdotta anche nel resto d’Europa. I test saranno svolti anche nella Repubblica Democratica del Congo e in Mozambico.

OpenRAN è una tecnologia in  grado di ridurre i costi della fornitura di internet e dei servizi telefonici standardizzando il design e le funzionalità hardware e software del RAN, vale a dire l’infrastruttura di rete, le antenne e i tralicci utilizzati dagli operatori.

Nel suo comunicato ufficiale, Vodafone Group ricorda che il suo obiettivo è quello di incrementare il numero di aziende in grado di fornire attrezzature di rete mobile agli operatori di telecomunicazione.

   

Ad oggi, la fornitura si concentra infatti nelle mani di poche aziende, mentre una più ampia scelta di fornitori permetterebbe di incrementare la flessibilità e l’innovazione e di “affrontare le sfide in termini di costi” nelle comunità rurali.

Vodafone OpenRAN

Nick Read, il CEO di Vodafone Group, ha così commentato l’obiettivo dell’azienda:

“Siamo soddisfatti delle prove di OpenRAN e siamo pronti a seguirlo in Europa mentre cerchiamo di espandere attivamente il nostro ecosistema di fornitori. OpenRAN migliora l’economia della rete permettendoci di raggiungere più persone nelle comunità rurale, supportando allo stesso tempo il nostro obiettivo di creare società digitali in cui nessuno viene lasciato indietro”.

Vodafone ha iniziato a lavorare con numerosi fornitori della tecnologia OpenRAN come Lime Microsystems nel Regno Unito e Parallel Wireless e Mavenir negli Stati Uniti.

Le prime prove di laboratorio sono state effettuate in Sudafrica e in Turchia, per fornire servizi 2G e 4G ai clienti. Le sperimentazioni europee, come sopra accennato, iniziano nel Regno Unito ma potrebbero presto venire estese al resto del continente.

In Africa, invece, lo sforzo di Vodafone Group mira a fornire 2G, 3G e 4G grazie alla tecnologia OpenRAN dapprima nella Repubblica Democratica del Congo e in Mozambico, le cui comunità sono al fondo della classifica dell’Indice dello Sviluppo Umano delle Nazioni Unite (basti pensare che nella Repubblica Democratica del Congo solo il 6,2% della popolazione dispone di una connessione di rete, secondo i dati riportati dall’azienda).

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.