Chiamate internazionali ed SMS verso l’UE: ecco come si sono adeguati gli operatori di rete mobile


Dal 15 Maggio 2019, sono entrate in vigore le nuove tariffe stabilite dalla Commissione Europea per le chiamate internazionali e gli SMS verso l’Unione Europea, applicate ai clienti privati in tutti i 28 Paesi dell’UE.

In particolare, il Regolamento UE 2018/1971, stabilisce che, per tutte le chiamate effettuate dal proprio Paese verso un altro Stato dell’Unione Europe, bisogna pagare un importo massimo di 19 centesimi di euro al minuto (IVA esclusa) per le chiamate e 6 centesimi di euro (IVA esclusa) per ogni SMS.

Come si sono adeguati Vodafone, Tim, iliad e Wind Tre?

Vodafone ha aggiornato le tariffe di chiamate ed SMS dall’Italia verso i Paesi dell’Unione Europea, adeguandosi a quanto affermato nel Regolamento con un prezzo di 23 centesimi di euro al minuto (IVA inclusa), senza scatto alla risposta, ma a scatti anticipati di 60 secondi addebitati anticipatamente, oltre ad un prezzo di 7 centesimi di euro (IVA inclusa) per ogni SMS inviato.

   

Il costo di chiamate ed SMS internazionali Vodafone corrisponde al costo regolato più l’IVA al 22%, prevista al momento in Italia, con arrotondamento per difetto, dato che il costo esatto sarebbe pari a 23,18 centesimi di euro (per le chiamate) e 7,32 centesimi di euro (per ogni SMS), come attuato da Tim ed i due brand dell’operatore congiunto Wind Tre.

I Paesi inclusi con Vodafone sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Moldavia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Tim

Anche Tim si è adeguata al Regolamento, diminuendo i prezzi standard previsti per le chiamate internazionali e gli SMS. In particolare, le chiamate dall’Italia verso i Paesi dell’UE sono adesso tariffate a 23,18 centesimi di euro (IVA inclusa) al minuto senza scatto alla risposta, mentre gli SMS sono tariffati a 7,32 centesimi di euro (IVA inclusa).

In più, Tim ha esteso la stessa tariffazione internazionale, anche ai Paesi della zona 1 che effettivamente non appartengono all’UE, come Canada e Stati Uniti. L’operatore ha introdotto anche la zona 1bis che, tariffata come la zona 1, comprende i seguenti Paesi: Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Cipro, Ungheria, Islanda, Gibilterra, Isole Faroer, Malta, Polonia, Romania, Repubblica Slovacca, Estonia, Lettonia, Lituania, Guadalupa, Guyana Francese, La Réunion, Martinica, Mayotte, Saint Martin.

La zona 1, invece, comprende: Andorra, Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia,  Germania, Grecia, Irlanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo (incluse le Isole Azzorre e Madeira), Principato di Monaco, Regno Unito, Slovenia, Spagna (incluse le Isole Canarie), Stati Uniti d’America (tutti gli Stati), Svezia e Svizzera.

Per entrambe le zone, però, la tariffazione è da intendersi a scatti anticipati da 60 secondi.

Il quarto operatore di rete mobile, iliad, non si è fatto attendere e, allo stesso modo di Vodafone, ha diminuito la tariffazione internazionale di chiamate ed SMS verso i Paesi dell’UE: 23 centesimi di euro al minuto (IVA inclusa) senza scatto alla risposta per le chiamate e 7 centesimi di euro (IVA inclusa) per ogni SMS inviato. Anche in questo caso, è prevista una tariffazione a scatti anticipati di 60 secondi.

I Paesi inclusi con iliad sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Grecia, Guadalupa, Guyana Francese, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Madeira, Malta, Martinica, Mayotte, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Riunione, Romania, Saint Pierre e Miquelon, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria

Entrambi i brand dell’operatore congiunto Wind Tre hanno modificato, in ottemperanza al Regolamento, i prezzi al minuto e lo scatto alla risposta delle chiamate internazionali da rete mobile e fissa verso i Paesi UE, così come gli SMS internazionali.

Nello specifico, le tariffe massime al minuto ed i costi degli SMS verso i Paesi coinvolti sono rispettivamente 23,18 centesimi di euro (IVA inclusa) e 7,32 centesimi di euro (IVA inclusa).

I Paesi interessati dall’introduzione delle nuove tariffe sono tutti quelli dell’Unione Europea a cui si aggiungono i Paesi della Area Economica Europea (EEA): Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, (inclusi Guadalupa, Guyana francese, La Reunion, Mayotte, Martinica, Saint-Martin) Germania, Gibilterra, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (incluse Isole Canarie), Svezia, Ungheria.

I prezzi si intendono per chiamate voce effettuate dall’Italia, da rete fissa o mobile, e destinate a numerazioni di rete fissa e mobile degli operatori Europei, così come il costo per ogni SMS è inteso dall’Italia verso numerazioni di rete mobile dei Paesi Europei.

Si sottolinea che le tariffe indicate riguardano le chiamate internazionali e non vanno confuse con i prezzi per il roaming in Unione Europea. Se il cliente dispone di un pacchetto che comprende anche un volume fisso di chiamate ed SMS internazionali nell’Unione Europea, chiaramente l’importo previsto non verrà applicato.

Si ringraziano Alessio, Davide, Ernesto, Gioser e Simone per le segnalazioni.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.