Rimodulazioni Wind: come scoprire se la propria linea mobile è coinvolta da più modifiche


A partire dal 16 Giugno 2019 partiranno una serie di rimodulazioni Wind per molti clienti Wind con un contratto ricaricabile di rete mobile. Per tutti i clienti Wind ci sarà una modifica delle condizioni generali di contratto e l’introduzione del nuovo meccanismo e costo di rinnovo in caso di credito insufficiente.

Come già anticipato lunedì 13 Maggio 2019, le rimodulazioni tariffarie per alcuni clienti Wind riguardano anche il nuovo costo del servizio extrasoglia dati Internet Illimitato a 128kbps, le opzioni della gamma Pieno Wind (Pieno Voce e/o Pieno Sms) e la tariffa a consumo Be Wind.

Alcuni clienti con un’offerta della gamma Wind Smart (attenzione non tutti) subiranno un aumento di 1 o 2 euro al mese con la possibilità di attivare senza costi aggiuntivi 50 Giga al mese di traffico dati e/o minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali (ndr Wind non ha ufficializzato quest’ultima modifica nel suo sito ufficiale, ma sono arrivate a MondoMobileWeb tante testimonianze).

I clienti Wind che vogliono verificare cosa cambia per loro possono visitare una sezione dedicata all’interno del sito ufficiale dell’operatore (wind.it/ds). Il cliente Wind, se non è connesso direttamente alla rete mobile Wind, dovrà inserire il proprio numero di telefono per conoscere le informazioni sulla propria linea. Per sicurezza sarà necessario ottenere e digitare una password momentanea che viene inviata via SMS nel numero mobile indicato.

   

Domenica 16 Giugno 2019 tutti i clienti Wind che hanno attivato un’offerta ricaricabile fino al 31 Marzo 2019 subiranno una modifica delle Condizioni Generali di Contratto. Nello specifico, è stato modificato l’articolo 1.2 sulle definizioni, quello 4.5 sul pagamento del corrispettivo del servizio, l’articolo 5.2 sul roaming e sulle chiamate internazionali e l’articolo 6.1 sulla segnalazione di consumi anomali e sulla sospensione del servizio. Le nuove clausole contrattuali saranno in vigore a partire dal 16 Giugno 2019.

Wind introduce a partire dal 16 Giugno 2019 una modifica unilaterale molto importante per tutti i clienti Wind con qualsiasi offerta principale attiva. Se alla data di rinnovo della propria offerta tariffaria attiva il credito residuo fosse insufficiente, per assicurare la continuità del servizio, il traffico incluso nella propria offerta non verrà più bloccato e sarà reso disponibile in anticipo per 2 giorni solari, fino alle 23:59 del giorno successivo, al costo di 0,99 euro. Il costo non si applica se è attivo il servizio Autoricarica.

L’anticipo del traffico si applicherà anche nel caso in cui il credito vada a zero a seguito del pagamento di un costo di attivazione o di un qualunque altro costo periodico relativo agli optional che si aggiungono alle offerte, anche in modalità “Easy Pay” (ndr sono le offerte che si rinnovano con carta di credito, conto corrente o carte conto prepagate), a partire dal 22 Luglio 2019, ad eccezione dei costi relativi alle offerte roaming.

La nuova modalità sarà disponibile solo una volta per mese solare di riferimento e solo se sarà stato interamente corrisposto l’ammontare dovuto per addebiti precedenti. L’anticipo del traffico non si applica alle offerte a consumo che non prevedono traffico incluso. Al termine dei due giorni solari, nel caso in cui il credito fosse ancora insufficiente, come oggi, la SIM rimarrà attiva in ricezione o per effettuare chiamate di emergenza. Il costo verrà addebitato nella prima ricarica utile, in aggiunta a quello di rinnovo della propria offerta.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità nel mondo della telefonia e altre informazioni sulle rimodulazioni Wind, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

A partire dal 16 Giugno 2019 ci sarà anche l’aumento delle offerte ricaricabili che prevedono la navigazione internet illimitata a 128 Kbps una volta esauriti i Giga della propria offerta.

Infatti, a partire dal primo rinnovo successivo al 16 Giugno 2019 queste offerte subiranno una nuova rimodulazione tariffaria, proprio per quanto riguarda la connessione “illimitata” al termine dei Giga inclusi, che comporterà un aumento di 0,99 euro o 1,49 euro al mese, in base all’offerta attiva.

In alternativa, i clienti impattati potranno mantenere la propria offerta a costi e contenuti attuali, con la sola differenza che, una volta terminati i Giga inclusi e fino al successivo rinnovo, si avrà a disposizione 1 Giga al giorno al costo di 0,99 euro (come viene indicato anche sulle pagine ufficiali di Wind Informa). Il Giga giornaliero è utilizzabile fino alle 23.59 del giorno in cui è stato erogato e, una volta esaurito, la navigazione sarà bloccata fino al giorno successivo.

Dunque, se il cliente desidera mantenere la propria offerta, dovrà inviare un SMS entro il 31 Luglio 2019 al 40400 con il testo G1, se l’incremento comunicato è di 0,99 euro, oppure con il testo G2 se l’incremento comunicato è di 1,49 euro.

Secondo fonti verificate da MondoMobileWeb, sono escluse da questa modifica le offerte agevolate per i disabili e Kids, che continueranno a beneficiare della connessione illimitata a 128 Kbps in caso di credito insufficiente.

I clienti Wind che possiedono ancora delle opzioni che permettono di autoricaricare la propria sim ricaricabile in caso di chiamate e/o sms ricevuti subiranno dal 17 Giugno 2019 una modifica contrattuale. I clienti con la tariffa BeWind riceveranno 1 centesimo di euro al minuto per ogni chiamata ricevuta da qualsiasi operatore nazionale escluso gli operatori appartenenti al gruppo CK Hutchison Holdings Ltd (al momento Wind e 3).

Invece i clienti Pieno Voce e Pieno Sms non subiranno alcuna modifica del costo dell’autoricarica, ma si aggiunge iliad tra agli operatori che concorrono al bonus per le chiamate e SMS ricevute. In tutti casi non concorrono al bonus gli operatori appartenenti al gruppo CK Hutchison Holdings Ltd (al momento Wind e 3). Il bonus non potrà essere speso per acquisti a valore aggiunto o AppStore o per effettuare chiamate o inviare SMS verso numeri a tariffa speciale.

Tutti i clienti Wind coinvolti dalle rimodulazioni riceveranno una comunicazione via SMS. Wind Tre giustifica le modifiche con la seguente motivazione “Con l’obiettivo di garantire gli investimenti, l’integrità e la sicurezza della rete e continuare ad assicurare un servizio di qualità“.

Ecco un messaggio inviato ad un cliente Wind con l’offerta All Inclusive 40 Fire attualmente a 4,99 euro al mese attivata solo 5 mesi fa: “Il 21/05/2019 la tua offerta si rinnova a 4,99E. Modifiche contratto dal rinnovo dopo il 16/6: 1) cambiano le Cond. Gen. di Contratto; 2) se al rinnovo il credito è insufficiente il traffico della tua offerta sarà disponibile in anticipo per 2 gg al costo di 0,99E; 3) il servizio internet illimitato a 128kbps al termine dei GB inclusi costerà 1,49 euro al mese o puoi tenere offerta e prezzo attuali inviando G2 al 40400 ma se finisci i GB per ogni giorno di utilizzo avrai 1GB extra al costo di 0,99E. Recesso senza costi da web, RaccA/R, PEC, 155, negozi o cambio operatore fino al giorno prima della variazione. Dettagli su wind.it/ds”. Ma per ogni cliente i messaggi possono essere diversi.

Si ricorda che, come previsto dall’articolo 70, comma 4, del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, il cliente che subisce le rimodulazioni Wind potrà esercitare il diritto di recesso o passare ad altro operatore in maniera totalmente gratuita, senza penali né costi di disattivazione.

Per procedere con il recesso, sarà necessario inviare una comunicazione con causale “Modifica delle condizioni contrattuali” entro 30 giorni dalla data di ricezione dell’SMS che informa sulle rimodulazioni. Il cliente potrà inviare la comunicazione tramite raccomandata A/R all’indirizzo Wind Tre S.p.A. Servizio Disdette – Casella Postale 14155 Ufficio Postale Milano 65 20152 Milano.

In alternativa, si potrà scegliere di effettuare il recesso tramite PEC all’indirizzo servizioclienti155@pec.windtre.it, oppure tramite chiamata al 155, attraverso l’Area Clienti Wind dalla sezione di assistenza guidata, o ancora recandosi presso un punto vendita Wind.

Se il cliente interessato ad esercitare il suo diritto di recesso dovesse avere attivo un contratto con l’operatore per la rateizzazione di un device, si potrà decidere se pagare le rate residue in un’unica soluzione oppure mantenere attiva la rateizzazione. La scelta andrà indicata nella comunicazione da inviare a Wind in caso di recesso.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.