Wind: cambiano le Condizioni Generali del Contratto per roaming e consumi anomali


Il brand Wind ha annunciato delle modifiche unilaterali a partire dal 16 Giugno 2019, tra cui emergono anche delle modifiche alle Condizioni Generali del Contratto per i clienti che hanno attivato un’offerta ricaricabile fino al 31 Marzo 2019. Le nuove clausole riguardano principalmente il roaming e i consumi anomali.

Anche le modifiche alle clausole contrattuali entreranno in vigore a partire dal 16 Giugno 2019. Per quanto concerne il pagamento del corrispettivo del servizio, l’articolo 4.5 modificato afferma adesso che “Il cliente è tenuto al pagamento del corrispettivo del Servizio secondo quanto indicato nelle Condizioni Economiche. Il pagamento di importi per conto del Cliente da parte di terzi non conferirà a questi ultimi alcun diritto nei confronti di Wind”.

Wind roaming consumi anomali

Le due modifiche più rilevanti riguardano però gli articoli 5.2 e 6.1, che disciplinano rispettivamente il roaming e la segnalazione dei consumi.

   

Il nuovo articolo 5.2 su Roaming e chiamate internazionali prevede che il corrispettivo dovuto dal cliente Wind non subisca variazioni per le chiamate effettuate in roaming nazionale rispetto a quelle effettuate su rete Wind. Per le chiamate in roaming internazionale, nonché per le chiamate internazionali, sarà invece applicato un corrispettivo stabilito dalle condizioni economiche del contratto.

Nei paesi dell’Unione Europea il cliente può utilizzare la propria offerta nazionale senza costi aggiuntivi nell’ambito di viaggi occasionali e nei limiti previsti dalle politiche di corretto utilizzo.

Per prevenire consumi anormali, l’operatore terrà conto, per definire il “corretto utilizzo”, di parametri oggettivi quali il prezzo dell’offerta, il bilanciamento tra consumo in Italia e in Europa e l’esistenza di un legame stabile con l’Italia.

Per quanto concerne invece il traffico dati, il cliente potrà effettuare traffico negli altri Paesi senza costi aggiuntivi sino alla concorrenza della fair usage policy. Superata tale soglia, si applicheranno le tariffe nazionali con un sovrapprezzo.

Wind roaming consumi anomali

Il secondo articolo modificato riguarda, come accennato, la segnalazione di consumi anomali e la sospensione del servizio. L’articolo 6.1 stabilisce che il cliente è tenuto ad utilizzare il Servizio secondo buona fede e correttezza, evitando utilizzi illeciti o abusivi.

Wind informa infatti i clienti di poter sospendere, previo avviso, il servizio erogato in caso di volumi di traffico particolarmente elevati e dunque giudicati come consumi anomali. In alternativa, l’operatore può emettere una fattura anticipata e sarà comunque legittimato a contattare il cliente per verificare le modalità di generazione dei consumi anomali di traffico.

Nel caso in cui il servizio venga sospeso, esso potrà venire riattivato non appena il cliente avrà dichiarato, nelle forme richieste dall’operatore, di riconoscere e pagare il traffico rilevato.

Al fine di precisare la definizione di “utilizzo personale” (e dunque tendenzialmente “normale”) del servizio, l’operatore fissa dei parametri che l’utente dovrà rispettare:

  • Traffico urgente giornaliero per SIM non superiore a 160 minuti e 200 SMS o MMS;
  • Traffico uscente mensile per SIM non superiore a 1250 minuti e 2000 SMS o MMS;
  • traffico uscente giornaliero o mensile per SIM indirizzato verso altri operatori non superiore al 60% del traffico uscente complessivo e comunque non superiore al 50% del traffico verso mobile complessivo;
  • traffico uscente giornaliero e mensile indirizzato verso un singolo operatore mobile diverso da Wind non superiore al 40% del traffico uscente complessivo e comunque non superiore al 30% del traffico verso mobile complessivo;
  • traffico uscente giornaliero e mensile per SIM indirizzato verso la propria rete di utenze Wind non superiore all’80% del traffico uscente complessivo;
  • traffico giornaliero uscente o entrante finalizzato ad autoricarica non superiore a due ore di conversazione e a 50 SMS o MMS.

Come è possibile notare, tutti i punti elencati riguardano il traffico di minuti ed SMS: non si fa dunque riferimento al traffico dati. Inoltre, i parametri sopra elencati, con la sola eccezione dell’ultimo relativo al traffico per autoricarica, non si applicano nel caso in cui l’utente abbia attiva un’offerta con traffico incluso illimitato.

Tuttavia, anche in questi casi esistono dei limiti. Per offerte con traffico incluso voce e SMS illimitato, si intende infatti “personale” l’utilizzo che rispetta i seguenti punti:

  • traffico giornaliero voce o SMS uscente complessivo verso altri operatori non superiore al 60% del traffico totale voce o SMS uscente;
  • rapporto tra traffico giornaliero voce o SMS uscente verso altri operatori e traffico voce o SMS entrante da altri operatori non superiore a tre.

L’Articolo 6.1 delle Condizioni Generali di Contratto di Wind sottolinea per finire che tutti i clienti che svolgono attività basate essenzialmente sull’utilizzo di servizi di comunicazione, come attività di telemarketing o pubblicità, non possono usufruire dei piani tariffari flat. Superare uno dei parametri sopra fissati, o eseguire attività come quelle precedentemente elencate, costituiscono presunzione di un utilizzo non conforme e permettono a Wind di sospendere totalmente o parzialmente il Servizio.

Si ricorda che le modifiche delle condizioni contrattuali hanno interessato anche i clienti con piano Be Wind o Pieno Voce e Pieno SMS attivi. Inoltre, dal 16 Giugno 2019 verrà anche applicato un nuovo costo in caso di credito residuo insufficiente e alcuni aumenti per determinate offerte. Il cliente potrà comunque recedere gratuitamente entro 30 giorni dalla comunicazione delle rimodulazioni.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.