Tiscali rafforza la sua struttura finanziaria con l’accordo di ristrutturazione del debito senior


Tiscali ha siglato un accordo di ristrutturazione del debito senior e di quello relativo al suo immobile di Sa Illetta. La nuova scadenza è fissata al 30 Settembre 2024 e prevederà una sensibile riduzione degli oneri finanziari.

La società ha infatti reso noto, tramite un comunicato stampa odierno, di aver firmato l’accordo di ristrutturazione con Intesa San Paolo e BPM per l’indebitamento senior e per la ristrutturazione del debito “Sale & Lease Back Sa Illetta”. Per questo secondo debito, il pool leasing è composto da Mediocredito Italiano e Unicredit Leasing.

Oltre all’estensione della scadenza del debito senior, è stato fissato un nuovo piano di rimborso, che prevede un pagamento di 20 milioni di euro da effettuare entro il 1° Luglio 2019 e un periodo di preammortamento fino al Marzo 2022. A partire da tale data, sono previste cinque rate semestrali da 5 milioni di euro ciascuna, con il saldo residuo da corrispondere entro il 30 Settembre 2024, in misura integrale.

Alex Kossuta

Alex Kossuta, Amministratore Delegato di Tiscali

   

Si tratta, come anticipato, di una sensibile riduzione del costo complessivo del finanziamento, che è  stata commentata entusiasticamente da Alex Kossuta, Amministratore Delegato di Tiscali:

“La firma di questi accordi rappresenta un ulteriore fondamentale passo nella direzione del rafforzamento della struttura finanziaria di Tiscali. L’accordo strategico sottoscritto con Fastweb lo scorso novembre, combinato con gli accordi di ristrutturazione sottoscritti ieri, garantiscono le risorse finanziarie necessarie al piano di rilancio della Società, rilancio che abbiamo cominciato ad implementare già nel corso dei primi mesi del 2019”,

Kossuta fa dunque riferimento anche all’accordo con Fastweb, i cui ricavi, come già annunciato a più riprese, permetteranno di supportare il Piano Industriale di Tiscali.

Per quanto concerne invece il debito Sale & Lease Back Sa Illettail nuovo accordo prevede che l’immobile venga restituito alle società di leasing e che Tiscali paghi un indennizzo di 10 milioni di euro entro il 1° Luglio 2019, a fronte della cencellazione del relativo debito leasing pari a circa 53 milioni di euro.

Inoltre, Tiscali dovrà sottoscrivere un contratto di affitto della durata di 9 anni per un importo di circa 2,1 milioni di euro, con la possibilità di sublocare gli spazi concessi.

Tiscali ha affermato di aver rafforzato la sua struttura finanziaria, liberando delle preziose risorse che verranno poste a servizio dell’implementazione del nuovo Piano Industriale 2019-2021.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.