Samsung Galaxy S10: fino a 350 euro di valutazione dell’usato e possibilità di noleggiarli


Oggi, 8 Marzo 2019, approdano ufficialmente i nuovi Samsung Galaxy S10, S10+ ed S10e sul mercato italiano, dopo essere stati lanciati in occasione dell’evento Unpacked tenutosi in contemporanea a San Francisco e Londra il 20 Febbraio 2019.

Samsung mette a disposizione del consumatore diversi servizi in occasione del lancio dei nuovi dispositivi della gamma S10.

E’ possibile, infatti, acquistare i nuovi Galaxy S10e, S10 ed S10+ con la formula di noleggio a lungo termine denominata Samsung Smart Rent che permette di avere in affitto nuovi smartphone tramite il pagamento di un canone mensile per 24 mesi, incluso di copertura assicurativa contro danni accidentali e furto.

In più, questa soluzione permette di sostituire, dopo 12 mesi, i dispositivi acquistati con un nuovo modello Samsung. In questo modo, l’utente ha la possibilità di cambiare annualmente il proprio smartphone per avere sempre il dispositivo più recente dell’azienda sudcoreana.

Samsung Smart Rent permette, quindi, il noleggio dei nuovi Galaxy per 24 mesi, con canoni mensili che variano da 27,90 a 60,90 euro e con un anticipo di 99 o 149 euro, a seconda del modello selezionato.

Nello specifico, è possibile noleggiare il Galaxy S10e 128GB al costo di 27,90 euro al mese per 24 mesi con un anticipo di 99 euro. Mentre, per noleggiare il Samsung Galaxy S10 il cliente dovrà sborsare un anticipo di 99 euro e 24 rate mensili da 34,50 euro (per la versione da 128GB) o di 44,90 euro (per la versione da 512GB).

Il Samsung Galaxy S10+ 128GB è noleggiabile al costo mensile di 38,90 euro per 24 mesi con un anticipo di 99 euro. Per le versioni con un taglio di memoria maggiore, il cliente dovrà sborsare un anticipo di 149 euro e 24 rate mensili da 45,90 euro (512GB) o di 60,90 euro (1TB).

Il servizio Smart Rent prevede il noleggio del dispositivo selezionato per 24 mesi ed è caratterizzato da un costo iniziale, per accedere al servizio, pari a 99 o 149 euro ed un costo mensile di affitto variabili in base al modello scelto.

Nel canone mensile è inclusa anche la garanzia contro i danni accidentali ed il furto per un massimo di due interventi per ogni anno di contratto. Come metodo di pagamento è previsto solamente l’addebito su carta di credito, di conseguenza non è possibile utilizzare carte ricaricabili, di debito, conto Paypal o effettuare l’addebito su conto corrente.

A partire dal 12° fino al 24° mese, il cliente avrà la possibilità di richiedere la sostituzione con un modello differente. In questo modo, al cambio dispositivo, si cesserà di pagare il canone mensile relativo al primo smartphone per iniziare a corrispondere quello del nuovo dispositivo con conseguente ripartenza di un ulteriore contratto di 24 mesi in cui, però, non sarà necessario ripagare la quota di accesso al servizio di 99 o 149 euro.

Se il cliente non dovesse sostituire il dispositivo al 24° mese, dovrà restituirlo o, in alternativa, potrà tenerlo pagando una penale per mancata restituzione pari a 325 euro. Con Samsung Smart Rent è possibile noleggiare anche i Galaxy Note9, Note8, S9, S9+ S8, S8+ o A9.

In aggiunta, grazie all’iniziativa Samsung Value in Store, disponibile dall’8 Marzo al 30 Aprile 2019, è possibile restituire il proprio smartphone usato, ottenendo fino a 350 euro di valutazione al momento dell’acquisto dei Galaxy S10, S10+ o S10e nei maggiori punti vendita elettronici come Euronics, Mediaworld, Trony o UniEuro.

Per ottenere la supervalutazione dell’usato, fino a 350 euro, l’utente dovrà acquistare un nuovo smartphone della gamma S10 presso uno dei punti vendita aderenti all’iniziativa entro il 30 Aprile 2019 e, contestualmente all’acquisto del prodotto promozionato, consegnare il proprio vecchio smartphone.

Prima di consegnare il vecchio smartphone, quindi, è consigliabile effettuare il back-up, cancellare tutti i dati presenti e disabilitare il proprio account Google.

Per partecipare alla suddetta iniziativa verranno richiesti al consumatore nome, cognome, indirizzo email e numero di cellulare oltre ai dati relativi al prodotto acquistato (codice IMEI o Seriale e data di acquisto) e quelli del prodotto usato che si intende rendere, prendendo anche visione dell’informativa privacy disponibile all’interno del punto vendita e inviata a ciascun partecipante tramite SMS.

Una volta ricevuto l’usato, il punto vendita darà inizio alla procedura di accettazione effettuando le dovute verifiche in merito alla rispondenza dell’usato ai requisiti previsti. Infatti, per potersi considerare idoneo ai fini promozionali, l’usato deve essere uno smartphone tra quelli elencati nella tabella sottostante, acquistato in Italia e di proprietà esclusivamente del consumatore finale. In più, lo smartphone dovrà risultare funzionante, intatto ed integro in tutte le sue parti oltre all’essere stato ripristinato alle condizioni di fabbrica, quindi privo di dati e con firmware originale.

La tabella in foto permette di capire come variano le valutazioni in base all’usato reso al punto vendita. Quindi se, ad esempio, l’utente è in possesso del Huawei P20, quest’ultimo sarà valutato 150 euro acquistando il Samsung Galaxy S10e, 200 euro in caso di acquisto di Galaxy S10 o S10+ da 128GB e 250 euro per S10 o S10+ da 512GB.

Per maggiori informazioni, si invita il lettore a consultare il sito ufficiale Samsung dedicato alle iniziative.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.