Piano Nazionale Banda Ultralarga: Open Fiber annuncia 2000 nuovi cantieri nel 2019


Ieri, 5 Febbraio 2019, si è svolta la terza giornata dedicata al Piano Nazionale Banda Ultralarga, presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Alla riunione hanno partecipato, tra gli altri, i membri del Comitato di Indirizzo Infratel, il Consigliere giuridico del MISE Marco Bellezza, il Sottosegretario all’Istruzione Salvatore Giuliano e l’AD di Open Fiber, Elisabetta Ripa.

Open Fiber è stata anche rappresentata dal Responsabile relazioni esterne, Andrea Falessi, e dal Direttore Network & Operations, Stefano Paggi. Nel corso dell’incontro si è valutato l’avanzamento dei lavori nella realizzazione della banda ultralarga in tutta la penisola, con particolare riferimento allo sviluppo del territorio e a tutte le problematiche relative ai permessi dei cantieri.

Inoltre, Open Fiber ha svelato i numeri per il 2019: come rende noto il comunicato stampa del MISE diffuso oggi, 6 Febbraio 2019, Open Fiber ha già avviato circa 1300 cantieri, mentre per il 2019 è prevista l’apertura di ulteriori 2000 cantieri, che permetteranno di garantire una copertura di circa 1,3 milioni di utenze.

Banda ultralarga cantieri open fiber

   

Il Consigliere giuridico del Ministero dello Sviluppo Economico, Marco Bellezza, ha così commentato la notizia, evidenziando i benefici generati dalla semplificazione  dei processi di ottenimento delle autorizzazioni:

“Con il Decreto Legge Semplificazioni acceleriamo e semplifichiamo ulteriormente il processo di ottenimento delle autorizzazioni per la messa in posa della fibra e della banda ultralarga. E’ necessario uno sforzo corale da parte di tutti gli enti interessati, mi riferisco ai Comuni, alle Provincie e alle Sovrintendenze, per accelerare il più possibile i lavori e consentire così la creazione della Smart Nation”

La terza giornata dedicata al Piano Nazionale Banda Ultralarga ha previsto anche un attento esame del lavoro della task force istituita proprio dal Ministero dello Sviluppo Economico (in attuazione della decisione del Comitato Banda Ultralarga) al fine di garantire supporto alle Regioni nel processo di rendicontazione delle opere realizzate.

Valutata dunque l’importanza di un supporto costante, per quanto concerne proprio il tema della pianificazione degli interventi necessari per il 2019, è stato reso noto che presto Infratel organizzerà un incontro con le Regioni.

Al termine della riunione si è infine discusso sull’estrema rilevanza di un valido e continuo sostegno alla domanda per l’attivazione dei servizi in banda ultralarga. In tal senso, come sottolinea il comunicato del MISE, piccole e medie imprese, scuole, centri per l’impiego e singoli cittadini italiani dovranno venire sensibilizzati ad una “connettività inclusiva.

E a riguardo, è stato già proposto di dotare le scuole, fin da subito, di una connessione pari ad almeno un Gigabit, così da poter avviare dei progetti sperimentali in fibra ottica.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.