AnteprimaVodafone

Vodafone non accetterà più PostePay Evolution per le rateizzazioni, ma ci sono delle alternative come carte prepagate

Dal 15 Gennaio 2019 non sarà più possibile acquistare in modalità rateizzata gli smartphone offerti da Vodafone utilizzando come modalità di pagamento l’addebito su carta ricaricabile PostePay Evolution, ma vi saranno delle alternative da poter utilizzare.

Come già anticipato in occasione delle limitazioni imposte in data 18 Dicembre 2018, che non permettevano più l’acquisto rateizzato con PostePay Evolution per smartphone dal valore complessivo uguale o superiore a 400 euro, da domani 15 Gennaio 2019 il suddetto metodo di pagamento rateizzato verrà del tutto eliminato.

La carta ricaricabile PostePay Evolution, si distingue dalla PostePay Classica per la presenza di un codice IBAN, per la possibilità di emettere e ricevere con essa bonifici, domiciliare le utenze e accreditare lo stipendio come una vera e propria carta di credito. Essa resta comunque da considerare una carta ricaricabile a circuito Mastercard, permettendo il prelievo gratuito dei fondi soltanto tramite sportelli ATM Postamat; sono previste invece delle commissioni per tutti gli altri sportelli non convenzionati.

Oltre alla rateizzazione dell’acquisto di uno smartphone, viene eliminata anche la possibilità di sottoscrivere un abbonamento ad offerte voce e dati utilizzando PostePay Evolution, insieme alle offerte single e dual play.

Tuttavia, secondo alcune testimonianze raccolte da MondoMobileWeb, è ancora possibile utilizzare altre carte ricaricabili come Genius Unicredit e SuperFlash Intesa San Paolo, per la rateizzazione e per l’abbonamento ad offerte voce e dati,

Per la rateizzazione di uno smartphone, Vodafone usa un servizio denominato Telefono Facile o Telefono No Problem. Il servizio offre ai nuovi o già clienti di acquistare lo smartphone prescelto con una rateizzazione di 30 mesi, ad un costo mensile ed un anticipo che varia a seconda del tipo di device scelto.

Telefono Facile o Telefono No problem prevede delle limitazioni nel tipo di pagamento per la rateizzazione soprattutto per gli smartphone dal costo elevato, come i top di gamma dei vari produttori, con un addebito possibile in questi casi soltanto su una carta di credito, mentre invece per tutti gli altri smartphone esso è possibile anche con domiciliazione bancaria postale SEPA SDD.

I 30 mesi di rateizzazione sono da intendersi come vincolanti ai fini contrattuali nei confronti di Vodafone e il recesso anticipato comporta dei costi aggiuntivi, oltre a quelli di conguaglio per le rate ancora da pagare fino al compimento dei 30 mesi.

Tutte le informazioni nel dettaglio relative al proprio acquisto rateizzato di uno smartphone sono reperibili chiamando il numero gratuito 42454 o dalla propria Area Personale “Fai Da Te” che fornirà il numero esatto di rate ancora da pagare e i dettagli sul tipo di addebito scelto, con la possibilità di cambiare metodo di pagamento o rescissione del contratto.

Senza ufficializzazioni da parte dell’operatore, quelle pubblicate in questa pagina sono da ritenersi indiscrezioni senza alcun valore informativo e commerciale.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button