LexFonia

Il Parlamento Europeo fissa un tetto massimo di 19 centesimi per chiamate e 6 centesimi per SMS intra-UE

Il Parlamento Europeo ha oggi approvato in via definitiva il pacchetto telecomunicazioni, che fissa un tetto massimo per le chiamate all’interno dei Paesi dell’Unione Europea. La conferma dell’accordo da parte del Parlamento rende inoltre possibile l’implementazione delle reti 5G e contribuisce a creare un sistema comunitario per le emergenze.

Le nuove norme sono volte a stimolare gli investimenti degli operatori nella rete ad alta velocità attraverso l’offerta, ai cittadini, di servizi di chiamate sicure e accessibili all’interno dell’Unione.

Per il roaming in Europa, infatti, il costo delle chiamate verrà limitato a massimo 19 centesimi al minuto, mentre gli SMS costeranno non più di 6 centesimi ciascuno, a partire dal 15 Maggio 2019.

Parte della nuova normativa è anche dedicata alla protezione degli utenti di smartphone, rafforzando i requisiti di sicurezza, come la crittografia, per i servizi web di comunicazione più popolari.

Sempre sul tema della sicurezza si concentra il sistema di SMS volto ad avvisare i cittadini in caso di grave emergenza o catastrofe. Per implementare questo progetto, è stato concesso un limite temporale di 3 anni e mezzo dall’entrata in vigore della presente direttiva.

Parlamento Europeo chiamate SMS

È stato inoltre introdotto il diritto di conservare il proprio numero telefonico fino a un mese dalla rescissione del contratto e sarà possibile ottenere il rimborso del credito prepagato non utilizzato al momento della risoluzione del contratto, oltre agli indennizzi per ritardi o abusi nel passaggio ad altro operatore.

Per finire, l’ultima novità concerne la rete di quinta generazione. Gli Stati membri saranno tenuti a facilitare l’introduzione del 5G attraverso uno spettro adeguato, da mettere a disposizione dell’industria entro il 2020, così da raggiungere l’obiettivo fissato dalla Roadmap UE 5G. L’idea alla base è quella di offrire una rete 5G in almeno una delle principali città di ogni Paese europeo.

Tutte le novità presenti nella delibera andranno introdotte entro due anni dall’approvazione formale del Consiglio, mentre i massimali tariffari per il roaming intra-UE saranno in vigore già dal 15 Maggio 2019.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button