Reti 5GTim

La partnership Tim-Ericsson fa registrare un nuovo primato nella strada verso il 5G

Grazie alla cooperazione tra Tim ed Ericsson, è stata ultimata con successo a Torino, per la prima volta al livello mondiale, la piattaforma di virtual Radio Access Network (vRAN) LTE Advanced, attualmente già operativa.

La notizia è stata ufficializzata dalle due note aziende, attraverso un comunicato stampa congiunto redatto oggi, Martedì 7 Agosto 2018, dove viene specificato che la piattaforma consente già ai clienti di avvalersi del servizio voce VoLTE e dei servizi dati ultrabroadband con elevati livelli di qualità, grazie all’ampia flessibilità di gestione e automazione con soluzioni “Self Organizing Network”.

Ecco le parole di Elisabetta Romano, Chief Technology Officer di TIM: 

“TIM si conferma leader dell’evoluzione digitale del Paese con la prima rete di accesso radio virtualizzata a Torino con Ericsson. E’ un primato mondiale che ci permetterà ancora una volta di cogliere in anticipo tutte le opportunità di business che il 5G, il Distributed Cloud e l’Internet of Things agevoleranno ulteriormente. In questo percorso di trasformazione stiamo lavorando per realizzare nuove funzioni di rete, pronti ad affrontare altre sfide per raggiungere nuovi segmenti di mercato con tempestività ed efficienza”.

In tal modo Tim ed Ericsson continuano a percorrere con impegno la strada per la virtualizzazione e automazione della rete, con lo scopo di offrire delle applicazioni e dei servizi più innovativi ai propri clienti consumer e business, nell’ambito della rete di quinta generazione denominata5G“, sfruttando un ridotto numero di server e una minore quantità di energia elettrica.

Sono parecchie le infrastrutture realizzate da Tim ed Ericsson per l’ottimizzazione del traffico dati mobile (Policy Manager Mobile Broadband), per garantire alle imprese soluzioni di telefonia mobile personalizzate, dotate di piani di numerazione privati e regole specifiche per le chiamate (Mobile Intelligent Network), e per offrire soluzioni di commutazione che possano gestire connessioni dati e voce (VoLTE per clienti di rete mobile e VoIP e per i clienti di rete fissa).

Nella nota viene inoltre specificato il fatto che Tim possiede, già oggi, un’infrastruttura di rete virtualizzata chiamataNetwork Functions Virtualization Infrastructure“, con oltre 40 funzioni già in servizio.

Presente anche un passaggio riportante il pensiero di Federico Rigoni, Amministratore delegato di Ericsson in Italia:

“Il percorso con TIM, nostro partner di riferimento per la realizzazione di soluzioni all’avanguardia, ci vede impegnati in prima linea nel massimizzare l’efficienza e la flessibilità delle soluzioni virtuali e ci porterà a rendere tangibile l’automazione delle nostre funzioni di Radio e Core Network in una rete fra le più grandi in Europa. La nostra partnership sulla vRAN, di cui TIM è pioniere a livello mondiale, dimostra nei fatti che l’evoluzione verso il 5G è già iniziata, come prova il dispiegamento avvenuto con successo a Torino. Stiamo lavorando a stretto contatto con TIM per estendere questa prima esperienza a livello nazionale”.

Si ricorda, infine, che a fare da contorno a tutto ciò vi è anche il programma di evoluzione di un Data Base di rete unificato “Unified Data Management“, dotato di componenti in via di virtualizzazione che consentirà l’erogazione dei primi servizi 5G e machine-to-machine per soluzioni per la pubblica utilità e l’automotive. Sono previsti altri progetti per permettere una maggiore efficienza, rapidità e qualità nella gestione e realizzazione di nuovi servizi.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button