Conciliaweb arriva il 23 Luglio 2018: nei siti di alcuni operatori di telefonia appare una comunicazione dedicata


Nei siti ufficiali di alcuni operatori italiani sta comparendo nelle ultime ore una comunicazione in cui si fa riferimento alla piattaforma dell’AGCOM Conciliaweb, che permette di gestire per via telematica le controversie.

Il 27 Giugno 2018 l’AGCOM aveva dovuto modificare la delibera 203/18, tenendo conto dell’esigenza di garantire una completa informativa agli utenti circa il nuovo sistema di gestione telematica delle controversie con gli operatori e rispettando anche le esigenze organizzative dei Corecom. Per questa ragione, era stato ritenuto giusto posticipare l’entrata in funziona della piattaforma al 23 Luglio 2018.

L’articolo 2 della delibera 203/18 sanciva che entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della stessa, gli operatori dovessero aggiornare i propri siti web e la loro documentazione contrattuale con il riferimento alle disposizioni del regolamento.

Nei siti di alcuni operatori italiani, generalmente in fondo alla home o nella sezione dedicata ai consumatori, si possono infatti leggere alcune righe, tutte simili tra loro nella sostanza, in cui si presenta l’indirizzo web della piattaforma.

   

Di seguito, un esempio di quanto scritto da Vodafone nella sezione Vodafone Informa.

conciliaweb operatori

Fastweb scrive invece una breve nota alla fine della sua homepage, in cui è possibile leggere: “Ai fini dell’adempimento di cui all’art. 2 della delibera n. 296/18/CONS, recante “modifiche alla delibera n. 203/18/CONS con riferimento all’entrata in funzione della piattaforma Conciliaweb”, si comunica che l’indirizzo web della piattaforma alla quale sarà possibile accedere dal prossimo 23 luglio per la presentazione delle istanze di risoluzione delle controversie è https://conciliaweb.agcom.it.”

Occorre tuttavia precisare che, attualmente, collegandosi al link presentato da Vodafone e da Fastweb si giunge in una pagina che necessita di autorizzazione e richiede un nome utente e una password.

Discorso simile anche per il sito web di Iliad, in cui si può leggere “A partire dal 23 luglio 2018, accedi alla piattaforma ConciliaWeb per presentare istanze di risoluzione delle controversie. Per maggiori informazioni https://www.agcom.it/procedura-di-conciliazione“.

Il link che Iliad fornisce permette di chiarire tutti gli eventuali dubbi su questo nuovo strumento, atto a snellire le lunghe procedure, garantendo all’utente la possibilità di presentare un’istanza al Co.re.com.

Nel caso in cui essa sia ritenuta ammissibile, entro sette giorni lavorativi si procederà alla comunicazione dell’avvio della procedura. La fase di conciliazione vera e propria è preceduta da una negoziazione diretta tramite scambio di email, il cui esito potrà risolvere o meno la procedura di conciliazione.

Se la disputa non dovesse risolversi via email, inizierà la fase di conciliazione vera e propria tramite Conciliaweb. Essa avverrà in forma semplificata per determinate materie, quali, per esempio, addebiti per traffico in roaming, per servizi a sovrapprezzo e non richiesti o per trasferimento dell’utenza. In altri casi invece la conciliazione si svolgerà in videoconferenza in una stanza virtuale riservata o con comunicazione a distanza. Le parti potranno intervenire personalmente o farsi rappresentare.

Nel caso in cui la conciliazione dovesse avere esito positivo, sarà cura del conciliatore redigere un verbale e prendere atto dell’accordo.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.