Il secondo bando Infratel spicca il volo: nuovi cantieri aperti in Sicilia e Lazio per la banda ultra larga


Il comunicato, redatto dall’ufficio stampa di Open Fiber, pubblicato ieri 2 Maggio 2018, fa riferimento all’apertura di nuovi cantieri in Lazio e Sicilia. Precisamente, i comuni coinvolti nell’area laziale saranno quattro invece, nell’isola della trinacria, saranno cinque.

Open Fiber è incentrata sulla tecnologia “Fiber To The Home“, rispondendo agli obiettivi strategici dell’Agenda digitale Europea e della Strategia Italiana per la banda ultra larga. Ha la mission di diffondere, nel modo più efficiente possibile, la fibra ottica a banda ultra larga (BUL) su tutto il territorio italiano, creando più infrastrutture dato che ne scarseggia.

La BUL è disponibile tramite il mercato d’ingrosso wholesale only, non fornendo direttamente servizi ai clienti finali ma solo agli operatori di mercato interessati. Il Secondo Progetto Infratel è disponibile a Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Napoli, Milano, Padova, Palermo, Perugia, Torino e Venezia. Tuttavia, sono in corso i lavori per aprire nuovi cantieri, garantendo la copertura anche in altre città, come Firenze.

In Lazio, i primi comuni aderenti alla nuova iniziativa, si trovano tutti in provincia di Frosinone. Ecco i seguenti piani di copertura in base alle differenti aree:

San Vittore del Lazio (FR) – 1.112 unità immobiliari
San Giorgio a Liri (FR) – 1.740 unità immobiliari
Sant’Andrea del Garigliano (FR) – 629 unità immobiliari
Torrice (FR) – 1.021 unità immobiliari

Invece, in Sicilia, i cantieri partecipanti alla Seconda Gara Infratel, sono quattro a Messina ed uno a Catania:

Trecastagni (CT) – 369 unità immobiliari
Oliveri (ME) – 2.414 unità immobiliari
Gallodoro (ME) – 405 unità immobiliari
Torrenova (ME) – 2.972 unità immobiliari
Terme Vigliatore (ME) – 5.641 unità immobiliari

L’obiettivo preposto dal Progetto BUL Infratel, è quello di assicurare una connessione ultraveloce e di qualità, non solo nelle grandi città ma anche nei piccoli comuni, così da svilupparsi in modo omogeneo.

Il nuovo progetto Infratel, diffondendosi velocemente, rende possibile l’uso della banda larga Open Fiber a tutti, producendo importanti risultati già durante l’anno in corso.

I lavori dei nuovi cantieri, procederanno cercando di utilizzare il più possibile cavidotti e infrastrutture di rete, così da non recare molti disagi alle comunità durante gli scavi. Questi ultimi, saranno eseguiti con metodi innovativi e sostenibili, rispettando e proteggendo l’ambiente circostante.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.