TIM: il Consiglio di Amministrazione contro il Collegio Sindacale per l’integrazione nell’assemblea del 24 Aprile 2018


Il Consiglio di Amministrazione di TIM si è riunito oggi 9 Aprile 2018 per valutare la proposta di integrazione dell’ordine del giorno dell’Assemblea del 24 Aprile, avanzata dal Fondo Elliott.

Il Consiglio si è avvalso dei propri consulenti legali e dei pareri di autorevoli giuristi esperti in materia, ed è giunto alla conclusione che l’iniziativa del Collegio Sindacale non può ritenersi conforme alle norme che disciplinano la materia in questione. Infatti, il Collegio è tenuto a intervenire in caso di inerzia dell’organo amministrativo nell’accoglimento delle richieste di integrazione presentate dai soci, ma non può in alcun modo sovrapporsi al parere dell’amministrazione. Nel caso in questione l’organo amministrativo aveva motivato la sua decisione, e il Collegio Sindacale non ha proceduto a convalidarla.

Inoltre, prosegue il comunicato ufficiale di TIM, il Collegio Sindacale ha preso la propria decisione basandosi su una nota inviata dai consulenti legali del Fondo Elliott, che non si sono premurati di condividerla con il Consiglio di Amministrazione.

   

Una terza ragione che ha spinto il Consiglio a opporsi alla scelta del Collegio Sindacale riguarda un articolo dello statuto di TIM, per la precisione il 9.10. Secondo il suddetto, ogni qualvolta la maggioranza dei componenti il Consiglio di Amministrazione venisse meno per qualsiasi causa o ragione, i restanti Consiglieri sarebbero da intendersi dimissionari. Inoltre, l’articolo 2386 quarto comma del codice civile prevede che se particolari disposizioni dello statuto prevedono che a seguito della cessazione di taluni amministratori cessi l’intero Consiglio, l’Assemblea per la nomina del nuovo Consiglio è convocata d’urgenza dagli amministratori rimasti in carica.

Per queste ragioni il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto, a maggioranza, di dissociarsi dalla scelta del Collegio Sindacale e di di confermare il superamento della richiesta di integrazione dell’Ordine del Giorno dell’Assemblea del 24 aprile 2018. Verrà quindi convocata l’Assemblea di TIM in data 4 maggio 2018 per l’integrale rinnovo del Consiglio di Amministrazione.

Chiaramente, il Collegio Sindacale, ha rigettato le argomentazioni del Consiglio di Amministrazione e ha reso noto che pubblicherà un proprio comunicato stampa.

Intanto, secondo autorevoli quotidiani nazionali, il Fondo Elliott avrebbe già raggiunto il 10% delle quote e l’asse cdp-Elliott sembra una prospettiva ancora valida. Iss e Glass Lewis, due influenti proxy advisors, hanno fatto sapere di essere favorevoli alle recenti spinte del Fondo Elliott, per scalzare un’amministrazione che, secondo i loro commenti ufficiali, continuerà a danneggiare i soci.

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus