Iliad: il primo tweet di Benedetto Levi contro i tre operatori italiani


Benedetto Levi ha pubblicato il suo primo tweet in data 21 Marzo 2018, taggando i nickname ufficiali di Vodafone, Wind Tre e Tim e linkando un’intervista pubblicata dal giornale La Stampa, sezione Economia.

L’amministratore delegato di Iliad in Italia ha comunicato che gli altri operatori stanno cercando di contrastare l’ascesa del colosso francese, per paura di perdere importanti quote di mercato nei prossimi mesi. Secondo Levi, è questa la ragione per cui gli operatori stanno provando sempre più insistentemente a vincolare i propri clienti prima dell’arrivo di Iliad, temendo le tariffe più basse e trasparenti. Ed è proprio la questione della trasparenza a stare particolarmente a cuore a Iliad, che si scaglia contro le bollette a 28 giorni e i costi nascosti che non permettono di calcolare agevolmente la spesa mensile per un abbonamento telefonico.

L’intervista si sofferma anche sulla strategia di Iliad, che come già annunciato non sarà un operatore virtuale. Infatti, l’operatore francese ha già iniziato a sviluppare la propria rete per la fase successiva a quella di lancio, e ha iniziato ad installare le proprie antenne in tutta Italia. Benedetto Levi conferma anche che la strategia prevede il lancio inizialmente per il mobile, con chiamate e dati, ma con il tempo si potrebbe anche arrivare al fisso.

Nonostante la presunta ostilità degli altri operatori, dunque, la scalata di Iliad sembra procedere a pieno ritmo, con oltre cento dipendenti, due sedi a Milano e a Roma, e altri uffici in tutta Italia.

Prima di prendere il timone di Iliad in Italia a soli 29 anni, Benedetto Levi è stato fondatore e amministratore di una start-up specializzata nella vendita di accessori per smartphone e Country Manager per la start-up Captain Train. Per via della sua grande esperienza in realtà innovative e dinamiche, l’intervista si conclude con una domanda circa la difficile posizione in cui si trovano le nuove start-up in Italia, spesso poco sostenute dal nostro Paese.

Levi risponde considerando che i talenti e la creatività non mancano in Italia, e che oggi più che mai un’idea valida può diventare impresa grazie ad ecosistemi come Talent Garden e Satispay.

La velata provocazione rivolta agli altri operatori nel tweet ufficiale di Benedetto Levi non ha ancora ricevuto alcuna risposta ufficiale da parte di Tim, Vodafone e Wind Tre, ma gli utenti hanno già espresso su Twitter un parere positivo sull’apertura del mercato a un operatore in grado di stravolgere totalmente la situazione attuale.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.