Guida: come richiedere il blocco dei servizi a sovrapprezzo con Tim, Vodafone, Wind e Tre


Per servizi a valore aggiunto, detti anche “a sovrapprezzo” o noti anche come “VAS” o “SMS premium” o ancora “a contenuto“, si intende l’insieme dei servizi forniti (nella maggior parte dei casi) da parte  di provider esterni al proprio operatore di telefonia mobile, attraverso SMS, MMS o connessione dati che possono essere attivati, ricevuti e/o fruibili su Telefonino, Tablet o PC. Di seguito cercheremo di fornire una sorta di vademecum universale da seguire per bloccare tali prestazioni ed evitare spiacevoli sorprese.

In genere si tratta di loghi, suonerie, oroscopi, meteo, news, video, sfondi ecc. che inizialmente si attivavano solo rispondendo ad alcuni messaggi e che adesso si attivano facilmente cliccando per errore in qualche banner pubblicitario o in automatico visitando siti non sicuri.

I servizi a valore aggiunto sono a pagamento e le modalità di tariffazione variano a seconda della tipologia di servizio attivo sulla propria linea. La spesa infatti può riguardare: il singolo messaggio e/o contenuto o può anche essere giornaliera, settimanale, o mensile.

E’ importante essere a conoscenza del fatto che ognuno noi, in qualsiasi momento e con qualsiasi operatore può richiedere il blocco di tali servizi, al fine di evitare l’attivazione involontaria di abbonamenti a sovrapprezzo non richiesti.

   

In realtà già dal momento dell’attivazione di una nuova SIM ricaricabile, l’utente, contattando il servizio clienti del proprio operatore, ha la possibilità di richiedere il blocco dei servizi a sovrapprezzo. E’ addirittura possibile in alcuni casi, chiedere l’inibizione di specifiche categorie di servizi a valore aggiunto (esempio: blocco 899, blocco sms Premium, blocco servizi Wap, blocco acquisto contenuti durante la navigazione internet, blocco decade 4 ecc).

 

TIM

Per quanto riguarda TIM, tutti i suoi clienti possono richiedere il blocco o lo sblocco dei servizi VAS, chiamando gratuitamente il Servizio Clienti 119 dalla propria Tim Card, tramite chat dalla propria area clienti del sito o dalla pagina Facebook ufficiale TIM.  Verranno richiesti il numero di telefono, il codice fiscale ed il consenso, e sarà attivato il barring totale per gli eventuali servizi futuri.

Chat Facebook

E’ possibile verificare la presenza di eventuali servizi a contenuto attivi, direttamente dal sito ufficiale o dall’App MyTim Mobile dalla sezione “Servizi Tim”, cliccando su “Servizi a contenuto”. Per disattivare un servizio VAS attivo basterà seguire la procedura indicata nelle specifiche presenti sul sito di fruizione o nell’SMS ricevuto al momento dell’attivazione.

TIM fa parte degli operatori che, come anticipato prima, consentono anche l’inibizione di specifiche categorie di servizi a valore aggiunto, richiesta fruibile nelle stesse modalità descritte per il blocco totale. Le categorie sono:

  • VM18 (servizi sexy vietati ai minori di 18 anni);
  • Charity (sms per donazioni in beneficenza);
  • Anonimi e Scherzi (sms anonimi);
  • BL TuuTuuTIM (servizio di risponderia con suoneria);
  • Black List Ticketing (pagamento ticket autobus o altro mediante credito/conto telefonico);
  • Servizi Bancari (servizi di informazione/notifica bancaria);
  • Tutte le direttrici Decade 4 o anche una singola (Direttrice 44, 47 o 48).

Se si possiede uno smartphone Android e si vuole utilizzare il proprio credito per acquistare su Google Play non sarà possibile se c’è Black list attivato.

Con Blacklist abilitato è necessario quindi andare su http://www.vai.tim.it/abilitagoogle direttamente dal proprio smartphone con la propria scheda ricaricabile TIM (senza collegamento Wi-Fi). Al termine della procedura spegnere e riaccendere il terminale.

Aggiungiamo una lieta notizia per i lettori, infatti in caso di attivazione non richiesta di un servizio a valore aggiunto sulla propria utenza mobile TIM, è possibile richiedere anche il rimborso delle somme addebitate sul proprio credito/conto telefonico. Tale procedura di risarcimento può essere essere inoltrata inviando un SMS gratuito al 119 con testo “Reclamo servizi VAS non richiesti” o chiamando il 119, entro 12 giorni dall’attivazione ed in assenza di analogo rimborso per il servizio nei 30 giorni precedenti.

Noi di MondoMobileWeb abbiamo appurato che sul sito ufficiale Tim.it è disponibile e scaricabile un file contenente tutte le numerazioni dei servizi disponibili, i fornitori dei contenuti e i numeri di assistenza dei provider esterni.

Specifichiamo che la SIM TIM, sin dalla sua attivazione, è già abilitata all’implementazione di eventuali servizi a valore aggiunto ad esclusione delle TIM Card intestate ai minori, per le quali i servizi a contenuto “Adult” sono disabilitati.

 

Vodafone

I clienti Vodafone possono richiedere il blocco o lo sblocco dei servizi a sovrapprezzo, chiamando gratuitamente il 190 dalla propria SIM o dall’app My Vodafone.

Inoltre sull’app My Vodafone, tramite l’iniziativa “Soddisfatti o Rimborsati il cliente può verificare i servizi a contenuto attualmente attivi sulla propria SIM, cliccando su “Verifica i servizi digitali attivi” cosi da entrare nella propria “area costi e traffico” e venire a conoscenza dei dettagli dei propri addebiti. Basterà poi chattare con un esperto per chiedere il rimborso per i servizi digitali attivati per errore negli ultimi 30 giorni e il loro blocco per prevenire eventuali addebiti futuri.

Si possono visualizzare e disattivare facilmente i dettagli dei Servizi Digitali attivi sul proprio numero anche tramite il sito ufficiale Vodafone anche senza bisogno di registrazione.

Non vengono rimborsati alcuni servizi a sovrapprezzo quali, SMS bancari, biglietti dei trasporti, parcheggi, televoti, donazioni, Vodafone Entertainment, Vodafone Kippy, l’acquisto di applicazioni sugli store (App Store e Google Play) e crediti per i giochi su Facebook, in quanto non erroneamente attivabili. L’iniziativa è valida fino al 31 Marzo 2018, salvo proroghe ed il servizio digitale viene rimborsato alla prima richiesta.

Ricordiamo, anche in questo caso, che le SIM Vodafone, oltre a consentire al cliente di effettuare e ricevere chiamate e videochiamate, inviare e ricevere SMS/MMS, navigare in Internet, sono abilitate anche ad attivare e gestire i Servizi Digitali, addebitandoli sul conto telefonico (per la clientela abbonamento) o sul credito (per la clientela prepagata).

Vi invitiamo a seguire la nostra guida sui costi accessori, dove spieghiamo di cosa si tratta e come eluderli.

 

WIND

I clienti Wind possono richiedere il blocco dei servizi a sovrapprezzo in qualsiasi momento, chiamando il Servizio Clienti 155, recandosi direttamente presso uno dei rivenditori autorizzati Wind o anche contattando l’assistenza tramite la chat dell’App Veon.

Si può scegliere di attivare uno dei seguenti servizi:

  • Contenuti per adulti (per impedire di ricevere sul proprio  telefono materiale non adatto ai minori)
    Tale blocco si attiva compilando e stampando il modulo “blocco/sblocco accesso a contenuti per adulti” disponibile sul sito ufficiale dell’operatore e  inviandolo via posta, insieme a un documento di identità a Wind Tre S.p.A a Milano o inviando una PEC a servizioclienti155@pec.windtre.it.
    Se si opta per questa scelta, saranno automaticamente disattivati gli abbonamenti per adulti eventualmente attivi al momento della richiesta.
  • Servizio con sovrapprezzo (per bloccare gratuitamente tutti i servizi a pagamento)
    In questo caso si può scegliere di modificare la tipologia di blocco scegliendo tra: blocco della direttrice 899, blocco delle chiamate alla Decade 4, blocco delle chiamate e degli SMS alla Decade e blocco totale dei servizi a sovrapprezzo.
    Tale blocco vale soltanto sulla rete Wind nazionale (non funziona all’estero in modalità roaming).
  • Servizi in abbonamento (blocca la ricezione di tutti o alcuni servizi che ricevi via SMS o MMS)
    In questo caso basta inviare un SMS con scritto “STOP” al 48048 per disattiverai tutti i servizi Info SMS e al numero 48005 per disattivare invece, tutti i servizi Info MMS.
    Qualora ci si trovi ad avere più abbonamenti attivi e se ne vuole disattivare un soltanto, bisogna inviare il comando di disattivazione specifico, consultabile sul sito Wind.

Se si sceglie di attivare Blocco Totale dei Servizi a sovrapprezzo non si potrà più accedere ai seguenti servizi: chiamate verso le numerazioni 899, chiamate ad alcune direttrici internazionali, chiamate satellitari e tutti i servizi a sovrapprezzo inclusi (esempio: abbonamento sms meteo).

Per i servizi a sovrapprezzo specifichiamo che dopo aver richiesto il blocco, si riceverà un messaggio di presa in carico della richiesta ed il blocco sarà effettivo entro 24 ore dalla richiesta. Nel caso di minorenni, la richiesta di blocco o sblocco deve essere effettuata dai genitori o da chi ha la potestà genitoriale. Sono escluse dal blocco alcune numerazioni in decade 4 non a sovrapprezzo e i servizi di beneficenza.

 

TRE

Tutti i clienti 3 Italia, in qualsiasi momento possono richiedere, tramite telefonata al Servizio clienti 133, scrivendo in privato su Facebook o Twitter all’Assistenza Social Care 3 o recandosi direttamente in un 3Store, il blocco dei servizi a sovrapprezzo (Barring SMS Premium) e il blocco dei Servizi Wap (Barring Wap Billing) per evitare, anche involontariamente, attivazione e abbonamenti di servizi a valore aggiunto non richiesti.

Barring Sms Premium blocca l’attivazione degli “Sms Premium” che si possono attivare inviando messaggi ad una numerazione speciale (decade 4) ed il Barring Wap Billing blocca invece l’attivazione di servizi o abbonamenti che si possono attivare cliccando sui banner pubblicitari a volte presenti nei siti internet e su applicazioni.

Si tratta della guida sull’attivazione del barring per i quattro più noti operatori attualmente operanti in Italia, più aggiornata sulla nostra piattaforma. Ci auguriamo di poter esservi d’auto come in altri casi.






 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus