Wind Tre: Gianluca De Sario, Responsabile Media Planning, svela alcuni particolari circa il processo di pianificazione di una campagna pubblicitaria


AgiR (Agenzia Giornalistica Repubblica) ha condotto recentemente un’interessante intervista con Gianluca De Sario, il Responsabile Media Planning di Wind Tre, cercando di scoprire il funzionamento delle campagne pubblicitarie dell’operatore.

Il Media Planning è in termini semplici tutto il processo di pianificazione di una campagna pubblicitaria, dall’idea di base fino al risultato da veicolare e ai metodi per farlo, che coinvolge trasversalmente diverse funzioni aziendali.

Gianluca de Sario considera la fusione tra Wind e Tre come una grande opportunità anche per il suo settore, in cui sono subito emerse delle interessanti sinergie, scaturite dai due diversi approcci degli operatori. Infatti, Wind è sempre stato noto per i grandi eventi e prime time, mentre 3 ha una vocazione digitale ben più spiccata.

Gianluca De Sario, Responsabile Media Planning di Wind Tre

   

Alla domanda se la TV sia ancora il palcoscenico fondamentale, Gianluca de Sario risponde facendo notare che la strategia Media del gruppo si può riassumere nelle 4T, vale a dire target, tv, touchpoints digitali e territorio. I dati aggiornati a disposizione permettono di definire tutti gli aspetti principali del target delle pubblicità, in cui la televisione ha ancora un ruolo predominante, ma non esclusivo.

Infatti, anche la promozione sul territorio sta registrando sensibili miglioramenti, attraverso affissioni e passaggi radio, come accaduto ad Agrigento in occasione della presentazione della rete integrata.

Ma il campo attualmente più interessante è quello del web, in cui è possibile veicolare un messaggio al momento giusto e ad un target preciso, così da ottimizzare l’efficacia e ridurre i costi.

Viene anche posta una domanda circa il target preferito al momento da Wind Tre, e Gianluca De Sario risponde precisando che a differenza di quanto si possa pensare l’operatore non fa grandi differenziazioni tra il target dei giovani e il cosiddetto over. Nessuna discriminazione anche per le aree geografiche. L’unico aspetto del quale è giusto tenere conto è il mezzo di fruizione di un messaggio promozionale, che, a parità di contenuto, nel caso dei giovani è difficilmente costituito dalla televisione, e molto più verosimilmente dallo smartphone.

Per finire, Gianluca De Sario conferma l’interesse di Wind Tre di rinforzare le numerose partnership con tutti i principali players del mercato pubblicitario e anche su internet, in cui continueranno ad essere perfezionati tanto i contenuti quanto i mezzi per veicolarli.

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus