Iliad: secondo il francese Matthieu Pechberty il debutto in Italia sarà rinviato a Primavera 2018


Matthieu Pechberty, esperto di economia del canale di informazione francese 24h Bfm TV ha annunciato, sulla base di fonti vicine all’operatore Iliad, che l’ingresso nel mercato italiano di quest’ultimo avverrà prima dell’estate, più tardi di quanto pronosticato in passato, a causa del tempo richiesto per l’attuazione degli accordi relativi la rete con gli altri operatori.Il lancio dell’operatore che Iliad Italia lancerà per il mercato italiano è previsto per i prossimi mesi e in ogni caso prima dell’estate.

Alla base di questo slittamento ci sarebbe la volontà di sviluppare una rete più efficiente, non solo sotto la garanzia delle frequenze e delle antenne cedute da Wind Tre, vincolo posto dalla Commissione Europea già a settembre 2016 per la realizzazione della fusione (joint venture), e dell’accordo decennale di Roaming con la stessa. L’obiettivo della copertura di rete infatti è oggetto anche degli accordi che Iliad starebbe cercando o avrebbe già cercato con gli altri concorrenti (si è già parlato di possibili contatti anche con Open Fiber, oltre che della conclusione di accordi con Inwit, la società delle torri di TIM).

A questo ritardo contribuirebbe, secondo la trasmissione televisiva, anche la conclusione degli accordi sul servizio di portabilità, indispensabile per permettere ai clienti degli altri operatori di poter passare all’ operatore senza cambiare il numero di cellulare. Lo stesso ritardo fu registrato in occasione del suo ingresso in Francia nel 2012, ma a differenza di quanto avvenne allora, in Italia sarà dotato di un numero maggiore di siti alla data di lancio.

   

Sul fronte della costruzione di una rete propria, Iliad cercherà di garantirsi 6.000 antenne nel giro di tre anni, contro le 17.000 che TIM e Vodafone possiedono.

Xavier Niel, il fondatore di Iliad, mira a raggiungere il 10% del numero di clienti del mercato della telefonia mobile in Italia nel giro di un anno, un obiettivo che è stato già centrato in Francia. Al contrario però, è noto il modello a basso costo che Iliad vorrà esportare anche in Italia e gli operatori hanno cercato di prepararsi quanto meglio (la banca tedesca Berenberg ha reputato infatti dannoso un altro ritardo nelle operazioni di partenza per Iliad).






 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus