FuturoReti 5GTim

Progetto “5G for Italy” di TIM ed Ericsson: previsti nuovi partner e nuove sinergie nel 2018

Il progetto “5G for Italy” di TIM ed Ericsson, che consta già 12 partner industriali di rilievo, si amplia, coinvolgendo nuove realtà fra le quali player e startup italiane. Il fine è quello di implementare il programma nel 2018, accelerando l’incremento di un ecoSistemi di ricerca e di realizzazione di innovative strutture e di abilitanti sistemi tecnologici, fondati sulla rete 5G.

Partecipavano già all’iniziativa importanti partner industriali e istituzionali, fra i quali Ansaldo Energia, Arthur D. Little, Cisco, Comau, Istituto Superiore S. Anna di Pisa, Politecnico di Torino, Porto di Livorno/CNIT, Seikey, SAP, Zucchetti Centro Sistemi oltre a TIM e Ericsson. Da oggi si affiancheranno a tali colossi, durante il corso dell’anno, delle startup italiane selezionate attraverso il programma di Open Innovation TIM  WCAP e il programma EGO di Ericsson, con la competition “5G Pioneers” lanciata già nel 2017.

Alessandro Francolini, direttore generale di Ericsson in Italia, ha affermato che:

“Il programma 5G for Italy è un ecoSistemi aperto per la trasformazione digitale del Sistemi Paese. Ericsson, insieme a TIM, vuole dare l’opportunità di sperimentare in anteprima il 5G a molteplici industrie e istituti di ricerca, nonchè alle startup che saranno inserite nel nostro Programma EGO, indipendentemente dalla loro collocazione geografica. Grazie a questo programma sarà inoltre possibile testare e dare priorità a quelle funzionalità che entreranno a far parte delle reti 5G del prossimo futuro.”

Già nel 2017, quanto detto dal direttore è stato realizzato attraverso dei progetti nel campo del Cloud Robotics & Automation, finalizzati alla gestione remota delle linee di produzione con connettività wireless, della Smart Agriculture, mediante l’uso di un robot agricolo che gestisce in maniera autonoma le attività outdoor (es. pulizia dei filari) di una vigna ‘connessa’, del Smart Logistic, con la gestione dei processi di scarico e carico merci in ambito portuale, e del monitoraggio del territorio con l’utilizzo di droni.

Oltre agli ambiti già toccati dal progetto avviato nel 2017, l’iniziativa 5G si propone di sperimentare piani nuovi che esplorino territori all’avanguardia, in particolare quei settori di innovazione contemporanea, fra i quali quelle delle connected car e dei servizi ultrabroadband applicati all’automotive, della sanità digitale per la gestione e il tele-monitoraggio dei parametri sanitari dei pazienti, dei servizi di banda ultralarga mobile avanzata con fruizione real-time di video.

Anche TIM ha affermato che il progetto è fondamentale per quanto concerne i servizi di rete 5G, in particolare Mario di Mauro, Direttore di TIM, ha sostenuto che:

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button