Wattpad: l’app che unisce una comunità di lettori e scrittori grazie ad una libreria online


Wattpad è un’applicazione che unisce una grande comunità di lettori e scrittori, grazie ad una libreria online in costante crescita.

L’app Wattpad è molto utile per coloro che vogliono approcciarsi ad una lettura digitale varia, che include numerosi testi fra i quali libri di fantascienza, fantasy, gialli, romanzi, thriller e fanfiction. Oltre a svariati generi letterari, la libreria di Wattpad consta di numerosi libri d’autore.

   

Ogni lettura proposta dall’app è gratuita e può essere sollecitata dagli aggiornamenti direttamente sullo smartphone o sul tablet. Wattpad permette, altresì, di leggere non in linea e di personalizzare le impostazioni di lettura per rendere soggettivo l’approccio al testo.

La novità dell’app risiede nella possibilità che hanno gli utenti di scrivere delle storie e pubblicarle, per farle leggere all’intera community. Inoltre, è possibile interagire con gli altri utenti e creare sinergie tra gli scrittori.

I pareri dei clienti sull’app Wattpad sono molti, vari e piuttosto positivi. Alcuni ritengono che l’applicazione dia la possibilità di creare contenuti e relazionarsi, altri credono che sia molto utile, in quanto permette di leggere online in qualsiasi luogo e contesto. Alcune lamentele, però, sono attestabili, per lo più riferite al fatto che è capitato che si cancellino, dall’interfaccia della app, degli interi capitoli o delle pagine del libro che si sta leggendo.

Per scaricare l’app è possibile seguire tali link:

Qualcuno dei lettori di MondoMobileWeb conosce l’applicazione Wattpad? La consigliereste alla community di MondoMobileWeb?

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus