Reti 5GTelco ItaliaVodafone

Vodafone, collaborazione con Nokia per testare in Italia la tecnologia Open RAN 5G

Oggi, 9 Ottobre 2023, Vodafone e Nokia hanno annunciato un rafforzamento della loro partnership a livello globale, con il lancio di un progetto pilota commerciale che prevede di testare, per la prima volta in Italia, la tecnologia Open RAN (Radio Access Network) 5G di Nokia.

Per le parti coinvolte, l’unione fra la tecnologia di Nokia come fornitore di apparati radio e la rete paneuropea di Vodafone, sarà in grado di offrire una piattaforma che consentirà a un maggior numero di fornitori di software indipendenti, startup e aziende locali di mettersi in gioco, utilizzando le cosiddette Open API (Application Programming Interface).

In questo modo, a detta di Vodafone e Nokia, si incoraggerà l’innovazione e la competitività dell’Europa, conferendole una maggiore autonomia digitale sostenuta da una catena di approvvigionamento più resiliente.

Il progetto pilota, per la precisione, interesserà alcuni siti nell’Italia settentrionale, prevedendo l’esecuzione del software baseband containerizzato di Nokia sulla piattaforma cloud di Red Hat Openshift, basata su Kubernetes e ospitata su server Dell Poweredge XR8000.

Questi server COTS (Commercial Off-The-Shelf), fanno sapere le due aziende di telecomunicazioni, sono progettati per carichi di lavoro Open RAN e Mobile Edge Computing e includeranno una scheda Smart Network Interface Card (NIC) per l’elaborazione Layer 1 del segnale 5G sviluppata da Nokia in collaborazione con Marvell.

L’obiettivo del progetto, in particolare, è quello di dimostrare che la soluzione Open RAN di Nokia è in grado di garantire le stesse funzionalità e prestazioni delle reti radio tradizionali attualmente in uso.

L’implementazione prevede anche la convalida delle interfacce Open Frounthaul, conformi allo standard Open RAN, che includono le antenne e le unità baseband.

Per Vodafone, questo progetto pilota in collaborazione con Nokia rappresenta un ulteriore tassello nell’ambito della sua strategia riguardante la diffusione dell’Open RAN in Europa.

L’operatore rosso, in particolare, si è posto l’obiettivo di avere il 30% delle stazioni radio base basate sulla tecnologia entro il 2030, dopo che, di recente, ha annunciato l’intenzione di realizzare 2500 siti Open RAN nel Regno Unito, con la prima implementazione su larga scala in Europa.

A detta di Vodafone, tutto ciò favorirà l’adozione di soluzioni basate sulla disaggregazione tra hardware e software e sull’automazione, promuovendo al tempo stesso la capacità di adottare in maniera agile lo sviluppo delle reti tramite la tecnologia Open RAN.

Di seguito, le parole di Alberto Ripepi, Chief Network Officer di Vodafone, che ha dichiarato:

L’annuncio di oggi rafforza l’impegno di Vodafone nel supportare l’economia digitale dell’UE con l’implementazione di reti Open RAN incentrate sul cliente.

Attraverso una maggiore collaborazione, Vodafone e Nokia promuoveranno anche un nuovo ecosistema di sviluppatori nei nostri mercati nazionali, fornendo una rete aperta basata su software su cui lanciare prodotti e servizi innovativi per i nostri clienti.

Questa, invece, la dichiarazione di Mark Atkinson, Head of Radio Access Networks di Nokia, che ha affermato:

L’approccio collaborativo anyRAN di Nokia significa che i Communication Service Provider (CSP) possono implementare Cloud RAN con l’hardware server e il livello CaaS di loro scelta.

Insieme ai nostri partner dell’ecosistema, ci impegniamo a fornire ai nostri clienti una scelta più ampia e prestazioni più elevate nelle soluzioni Open RAN rispetto a quelle che vedranno da altri fornitori RAN.

In aggiunta, Shlomi Moscovici, VP of Telco, Media and Entertainment, EMEA, Red Hat, ha commentato:

L’importanza delle Open RAN non risiede solo nel fornire un modo efficiente e flessibile per implementare applicazioni e ricavare valore al margine, ma anche nel contribuire a promuovere la collaborazione e l’innovazione nell’ecosistema.

Il progetto pilota 5G Open RAN di Vodafone è un esempio lampante di collaborazione in azione e siamo lieti di presentare Red Hat OpenShift come base interoperabile, coerente e scalabile per Open RAN.

Dennis Hoffman, Vicepresidente Senior e Direttore Generale di Telecom Systems Business, Dell Technologies, ha poi sottolineato:

Grazie alla nostra continua collaborazione con Nokia e Red Hat, stiamo fornendo a Vodafone una piattaforma infrastrutturale aperta che consente l’innovazione della rete e l’erogazione di nuovi servizi.

Infine, Will Chu, Vicepresidente Senior e Direttore Generale della Business Unit Compute & Custom di Marvell, ha concluso:

Marvell è lieta di collaborare con Nokia e il più ampio ecosistema Cloud-RAN al fine di fornire soluzioni scalabili in silicio wireless RAN baseband per l’era emergente dell’Intelligenza Artificiale.

Il silicio ottimizzato per il cloud è fondamentale per offrire prestazioni di sistema scalabili con efficienza in termini di potenza e costi, con le tecnologie cloud e RAN che convergono per fornire funzionalità e prestazioni pari alle tradizionali soluzioni RAN.

Questo progetto portato avanti da Vodafone e Nokia, come sottolineato dalle due società, rappresenta la prima implementazione di Open RAN nel suo genere in Italia, e si basa sulla realizzazione di una rete completamente automatizzata e programmabile, in grado di rispondere rapidamente alle esigenze dei clienti.

Come riportato da Vodafone e Nokia, le due aziende si stanno quindi concentrando sullo sviluppo di reti aperte e interoperabili al fine di soddisfare la domanda delle imprese e dei consumatori, riguardo servizi 5G basati sull’Intelligenza Artificiale e sull’Extended Reality.

Per le società, questa sperimentazione su rete live potrà inoltre aprire la strada a nuove reti basate su software, che consentiranno di utilizzare la connettività in vari settori, quali la telemedicina, le case, i trasporti e le industrie.

Editing Mattia Castro

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram. Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.