TLC nel MondoVodafoneWindTre

CK Hutchison e Vodafone Group: confermate trattative per la fusione tra Three e Vodafone in UK

Vodafone Group e CK Hutchison, la holding di Hong Kong proprietaria di WindTre in Italia, in queste ore hanno confermato di essere in trattativa tra di loro riguardo a una possibile fusione tra Three UK e Vodafone UK.

Lo hanno annunciato le due aziende telco con un comunicato stampa pubblicato quest’oggi, 3 Ottobre 2022, in risposta a delle recenti indiscrezioni di stampa, confermando dunque di essere in negoziazione tra di loro per la fusione delle loro attività nel Regno Unito.

Secondo quanto è stato comunicato, l’eventuale transazione per unire gli operatori britannici Three UK e Vodafone UK prevedrebbe che al Gruppo Vodafone vada il 51% della nuova entità, mentre a CK Hutchison rimarrebbe il restante 49%.

Inoltre, la proprietà relativa verrebbe raggiunta attraverso un contributo di leva differenziale alla chiusura, senza il pagamento di alcun corrispettivo in contanti.

Come specificano però le due aziende, non ci può essere comunque certezza che una transazione tra le due società verrà infine effettivamente concordata. Ad ogni modo, se necessario, sia Vodafone Group che CK Hutchison intendono pubblicare un ulteriore annuncio quando sarà opportuno.

UK Regno Unito Vodafone Three CK Hutchison

All’interno del comunicato, entrambe le aziende spiegano che l’attività che si andrebbe a creare tramite la fusione sfiderebbe gli altri due operatori (EE e O2) già consolidati per i clienti del Regno Unito.

Inoltre, la nuova azienda in questione porterebbe anche l’accesso a una terza rete 5G “affidabile, di alta qualità e sicura in tutto il Regno Unito”.

A questo proposito, come specificano sia Vodafone Group che CK Hutchison, il governo del Regno Unito vede il 5G come una trasformazione sia per l’economia che per la società, oltre che come una parte fondamentale per consentire al paese di diventare più competitivo in un mondo sempre più digitale.

Le condizioni per garantire una “fiorente concorrenza” nel mercato devono essere dunque coltivate, a detta delle due telco, altrimenti il Regno Unito “rischia di perdere l’opportunità di essere un leader del 5G”.

Secondo la recente rilevazione di Ofcom (il regolatore per le società di comunicazione nel Regno Unito) di Febbraio 2022, Three UK e Vodafone UK sono stati descritti come operatori “sub-scale”, cioè non hanno la scala necessaria per guadagnare il loro costo del capitale.

Combinando invece le loro attività, a detta di Vodafone Group e CK Hutchison i due operatori potranno appunto accelerare il lancio completo del 5G, oltre che espandere la connettività a banda larga alle comunità rurali e alle piccole imprese.

Editing Maurizio Contina e Simone Nicolosi

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button