FastwebSpot e Comunicazione

Fastweb con Take celebra in uno spot gli atleti italiani alle Olimpiadi

Take, l’agenzia di comunicazione integrata di Next Group, ha realizzato per Fastweb il video “Oltre i nostri sogni. Grazie a tutti voi“, che ha lo scopo di celebrare i risultati ottenuti dagli atleti italiani alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Hanno contribuito alla realizzazione dello spot anche Marco Di Marco, in qualità di Copywriter, Valeria Crippa, nel ruolo di Art Director, e la casa di produzione 22dogs.

Nello specifico, il video, in onda in questo periodo, chiude il percorso degli atleti italiani durante la suddetta manifestazione sportiva multidisciplinare, con l’intento di celebrare l’impegno dei partecipanti e di renderli un esempio di ispirazione per la vita quotidiana di ognuno.

Queste le parole di Marco Di Marco, CEO di Take:

Il video si chiude con un messaggio: gli atleti delle Olimpiadi, con la loro grinta, ci insegnano a non mollare mai perché il nostro futuro è semplicemente dentro ognuno di noi.

E’ questo l’insegnamento chi ci dobbiamo portare dentro dopo l’emozionante cavalcata di questa edizione dei Giochi, che con entusiasmo abbiamo accompagnato con la nostra comunicazione.

Lo spot, dunque, rappresenta il capitolo conclusivo, da parte di Fastweb, di uno specifico progetto di comunicazione.

Quest’ultimo ha accompagnato le Olimpiadi fin dal loro inizio (avvenuto lo scorso 23 luglio 2021) ed ha incluso anche: pagine celebrative delle medaglie d’oro sulla stampa, touchpoint strategici come quello al Duomo di Milano, a Linate e a Fiumicino; spot televisivi dedicati ad alcuni atleti (Filippo Tortu, Simona Quadarella e le Farfalle della Nazionale di ginnastica ritmica), che rappresentassero i valori dell’azienda.

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

MondoMobile.News

Back to top button